23 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 671 VOLTE

Lettera aperta di Fausto Baratta al Sindaco: “Una Casa dello Studente anche a Sora”

Egregio Signor Sindaco, siamo tutti concordi sul fatto che, soprattutto in tempi di dura crisi economica come quello che attraversiamo, Sora ha bisogno di nuovi investimenti e nuove idee di sviluppo. Abbiamo il dovere, infatti, di mettere in campo ogni sforzo possibile che ci permetta di incamminarci verso un futuro di crescita.

Proprio per questo, attraverso la presente lettera aperta, Le chiedo di investire con convinzione sui giovani, con particolare riferimento alle centinaia di studenti universitari che frequentano il corso di Scienze Infermieristiche presso l’ospedale SS. Trinità. Durante la scorsa campagna elettorale per le elezioni comunali, uno dei punti del programma della coalizione cui facevo e faccio riferimento era quello di lavorare per la creazione, a Sora, di una Casa dello Studente per ospitare i tantissimi ragazzi fuorisede che seguono il corso di laurea, che peraltro rappresentano la grande maggioranza dei circa 450 iscritti.

Chiarisco, se mai ce ne fosse bisogno, che tale iniziativa non rientra nelle competenze dirette del Comune; tuttavia, l’amministrazione può contribuire alla sua realizzazione attraverso un’opera di impulso e promozione. Pertanto, Sindaco Tersigni, Le chiedo di attivarsi ed interessarsi al fine di verificare la possibilità di istituire anche a Sora una piccola Casa dello Studente, anche in semplice forma di locazione, nella quale ospitare i ragazzi con i requisiti richiesti, che oggi sono costretti a continui e stancanti via-vai. Si tratterebbe di una grande iniziativa di sostegno del diritto allo studio, che di riflesso andrebbe anche a dare una mano all’economia e all’occupazione locale.

Nella speranza di essere riuscito a trasmettere l’importanza di un simile intervento e confidando in una Sua presa di coscienza in merito, Le invio i miei cordiali saluti.

Fausto Baratta – Consigliere Comunale di Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu