8 ottobre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 1.529 VOLTE

L’ITCG “Cesare Baronio” di Sora in Belgio per il progetto “Active@living green”

E’ in pieno svolgimento il lavoro dei ragazzi dell’ITCG “C. Baronio” presso la VTI di Veurne, in Belgio. Sono partiti da Sora il 05 ottobre, alla volta della bella cittadina belga in cui si sono incontrati con i loro colleghi belgi e norvegesi per il progetto “Active@living green”, il percorso Comenius che hanno intrapreso.

Un’occasione di studio nuova e particolare, che condurrà i giovani geometri a riflettere sul concetto di “ecological footprint”: indagando sulle abitudini di vita proprie e dei propri compagni, riflettendo sul proprio personale impatto ambientale e su quello delle proprie famiglie e dei propri amici, analizzando le diverse fonti energetiche alternative e gli standard internazionali, per giungere alla progettazione di vere e proprie “case passive”. Nel maggio del 2015 ad Arendal, nel sud della Norvegia, saranno visibili le case passive progettate dai giovani geometri di Sora e realizzate dai loro colleghi norvegesi.

Un modo per arricchire il curriculum dei ragazzi, consentendo loro di formarsi in modo pienamente rispondente alla realtà di un Mondo del Lavoro sempre più difficile ed esigente. Il Dirigente Scolastico, prof. Vinicio Del Castello, è il primo sostenitore di tale attività che “… consentirà ai nostri ragazzi di svolgere un percorso altamente innovativo e professionalizzante, che potrà inoltre divenire una specializzazione superiore, qualificando ulteriormente l’offerta formativa del nostro istituto.”

Gli alunni sono accompagnati dalle prof.sse Lecce e Visca, che hanno curato l’estensione del progetto, dal prof. Moscone, che coordinerà il loro lavoro tecnico-progettuale, dalla prof.ssa Evangelista, nella sua qualità di collaboratore del D.S. Al loro rientro a Sora, venerdì 11, i ragazzi avranno compiuto un passo importante nella loro crescita umana e professionale e potranno essere punto di riferimento per i loro compagni nel  lavoro di progettazione da intraprendere, ma anche per tutti gli alunni dell’Istituto, per sempre nuovi coinvolgimenti a livello internazionale.

Commenti

wpDiscuz
Menu