13 ottobre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.092 VOLTE

Maurizio D’Andria: “Il bando anti-personam”

Pensavamo di aver visto molto ma non tutto e così è stato. Non c’è mai limite al peggio.

Il 27 di settembre scorso, il Comune di Sora pubblica sul proprio sito web http://www.comune.sora.fr.it/news.asp?v=956 il bando per 8 borse di studio per laureati e masterizzati con professionalità e c.v. “all’altezza” della situazione, in continuazione del Progetto Integrato per il Distretto dell’Abbigliamento Valle del Liri finanziato con fondi nazionali (5 ml E) e regionali (660.000 E), di cui parte il Comune di Sora. Da questi finanziamenti, 200.000 euro sono stati impiegati per la realizzazione di un apposito “Master in Management della Comunicazione del Settore Moda della Valle del Liri” tenuto dall’Università di Cassino con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Sora, master che ha previsto la frequenza per 18 mesi di aula per le lezioni e stage e gli esami scritti e/o orali di questi corsi tenuti da seri professionisti:

  • Psicologia della creatività
  • Marketing
  • Psicologia della pubblicità
  • Sociologia della moda
  • Filosofia della moda
  • Gestione dell’immagine e del marchio
  • Comunicazione Radio e TV
  • Organizzazione di riviste
  • Tecniche giornalistiche
  • Fotografia
  • Laboratorio fotografico
  • Comunicazione tramite Internet
  • Strategie e tecniche pubblicitarie

e che hanno visto me insieme a diverse colleghe/i brillantemente conseguire il master a fine corso (nel gennaio 2011 – io con 110 e Lode).

Anche il bando delle 8 borse di studio in questione è previsto in questo contesto di fondi “per il distretto del tessile della Valle del Liri” con finanziamento di 20.000 euro.

Dunque, quando la settimana scorsa leggo sul sito del comune del bando per le borse di studio (E 2.500 x 8), data la crisi economica mondiale e personale, ho pensato “e vaiiii…. mò ce provo. Stai a vedere che da cosa nasce cosa …. Intanto faccio curriculum …..”. Scarico perciò il bando e leggo che la partecipazione è esclusivamente riservata “ a soggetti di età compresa tra i 18 e i 32 anni e che abbiano conseguito uno dei seguenti titoli con attinenza al settore fashion/abbigliamento, con diploma, laurea o master”. Poi si dice dei percorsi formativi e ambiti, … e io ci rientro bene in tutto. Poi penso, ma a 18 anni non hanno nemmeno conseguito il diploma delle superiori, fino a 25 non ci si laurea e io non posso partecipare perchè ne ho più di 32?

Dunque, sarei fuori dal bando solo per motivi di età. Tuttavia, al master citato, ho potuto partecipare con profitto perchè non vi era posto nessun limite di età. Perchè questa disparità di trattamento? Sarà perchè una è “l’Università” e l’altra “il Comune” ? Uno sa leggere e l’altro non sa scrivere? Sarà perchè le borse di studio sono già state tutte assegnate ? Pur non essendo proprio un ingenuo … E io? Qui penso di intuire il primo pensiero del lettore che per pudicizia, non riporto per esteso ma che fa press’appoco così “… attaccate…”. A questo punto, mi sono illuminato d’immenso quando ho realizzato che i signori e le signore del Comune di Sora avevano superato (e per questo probabilmente conseguiranno un primato da Guinness e io certo li segnalerò al Comitato) il limite invalicabile (credevamo) dello “sfreggio” pubblico rappresentato dalle leggi “ad personam” inventate niente di meno che dal loro Lider Maximo Silvio. Con questa “Anti Personam” del bando per le 8 borse di studio inventata dagli attuali amministratori del Comune di Sora (PDL) si è saltata l’asticella a piè pari. Grande.

Immagino i commenti dei lettori che sono arrivati a questo rigo….. “sto c… di D’Andria sta sempre in mezzo ai c…”. Guardate che non è così come pensate, non sono io che li cerco, ma sono loro che sbattono a me, guai inclusi. Io sono un bravo ragazzo. Ho quasi fermato la turbogas della Cartiera del Sole che ci inquina gratis (e chissà…?). Vado perciò a vedere se questo limite di legge posto all’età dei partecipanti esiste o è un’altra cosa”.

Si digitano le parole giuste in Google Ricerca e viene fuori questo : ” in base al “art. 3, comma 6, della L. 15 maggio 1997 n. 127, nel prevedere che la partecipazione a concorsi indetti dalla P.A. non è soggetta a limiti di età, fa salve solo le deroghe dettate da regolamenti delle singole amministrazioni connesse alla natura del servizio o ad oggettive necessità”. Ad esempio, per i concorsi per Vigili o di Polizia Locale, il limite di età è ammesso perchè bisogna possedere requisiti specifici e per questo previsti in genere in un regolamento comunale. Viceversa, se la tipologia di lavoro non è tale da dover richiedere particolari requisiti (noi parliamo di 8 borse di studio) e se questo fatto non è poi previsto da “apposito” regolamento (come nel nostro caso), mi pare ovvio che la conclusione a cui si arriva è che “questo bando non sa da fare … così”. Inevitabile sottolineare a questo punto il fatto che come minimo, in Diritto Amministrativo i Dirigenti del Comune di Sora non sembrerebbero aver mostrato di masticarne abbastanza. Peggio sarebbe, qualora pensassimo che tale limite è stato fissato apposta (illecitamente) per eliminare pericolosi concorrenti fuori quota.

Viceversa, mi auguro che i signori e le signore del comune di Sora mi sappiano dire in base a quale legge, codice, codicillo abbiano inteso fare questa “forzatura”. In base alla loro risposta, mi regolerò, ma il mio avvocato non ha saputo trovare niente in tal senso. Dunque ci troviamo in presenza di un caso “del casso” nella quale circostanza, io mi trovo coinvolto in prima persona non per un solo motivo ad esempio politico, ma anche personale. Delle due… una… O mala fede o ignoranti. Scelgano loro dove stare. Certo che con tutto quello che si legge sui giornali in termini di sprechi, sarebbe utile sapere quanti soldi prende la Segretaria Generale del comune di Sora firmataria di tale bando. Da qui il premio speciale, da Guinnes dei primati “… per aver inventato una nuovissima casistica nel contesto dei bandi pubblici, quelli Anti Personam”. Immagino pure le cose che si saranno dette su in Comune. Il Silvio s’è inventato quel pò pò di cose…. e la legge “ad personam”, il Batman ha fatto quello che ha fatto… e noi a Sora … non facciamo niente? Ma io che centro??? Preoccupato che magari mi potesse succedere di peggio, sono corso in Comune, in data del 27 settembre e 4 ottobre per far presente al Sindaco, all’Avvocato e al Presidente del Consiglio questa anomalia giuridica in bando, invitandoli a verificare il comma citato e di ritirare (qualora avessi ragione io) il bando per una sua doverosa correzione prima di una nuova edizione. Il tutto nel massimo riserbo. Il rischio che si corre è infatti CLAMOROSO. Un eventuale ricorso al TAR di persone facenti domanda di partecipazione al bando ma di età superiore ai 32 anni, stante così le cose, darebbe ragione ai ricorrenti e annullerebbe il bando stesso… con diritto di spese e bruttissima figura fatta da parte degli organizzatori. Ne vale la pena? La risposta pervenutami a brevi mano dice così “ per noi è tutto OK”, senza nessun accenno al riferimento di legge che bypassasse la citata legge da me ricordata. Non mi sembra perciò che con questo bando l’amministrazione Tersigni dia un segnale di “trasparenza” ai cittadini sorani in fatto di bandi/concorsi indetti dal Comune, anzi. Nemmeno di legittimità. Ragazzi/e… c’è poco da fare….. La politica, questi politici non mollano un centimetro nemmeno di fronte agli scandali e alle Leggi. Come VERDI Sora trovo che politicamente, un bando così fatto lede gravemente l’immagine di questa amministrazione Tersigni che lascia intendere di saper fare le cose in un solo modo, cioè male. Una buona amministrazione si vede anche da come si fanno queste cose, per non dire che esiste il diritto amministrativo.

Dunque, per evitare un inutile ricorso al TAR, provo a farli tornare “alla ragione” delle cose e a parlargli ancora una volta, questa volta a mezzo di questo articolo.

Bisogna ritirare il bando e riformularlo ai termini delle leggi in vigore, non quelle della porta accanto.

Poi, vinca il migliore… o quasi.

Maurizio D’Andria – VERDI SORA

Commenti

wpDiscuz
Menu