Pubblicità
venerdì 24 giugno 2016 redazione@ciociaria24.net

Movimento CI SIAMO: «Giù le mani dalla palestra GIL»

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota del Movimento CI SIAMO, a firma del portavoce Roberto Iacovissi.

«Mentre Sora si preparava alle elezioni del 5 giugno scorso, l’ex Giunta con in testa l’ex sindaco Tersigni,  era meno attenta ai programmi per i propri elettori e più propensa a sistemare gli amici a giudicare dall’approvazione della NUOVA CONVENZIONE della GIL, la palestra Coni dello Sferracavallo,  FATTA IN FRETTA E FURIA IL 3 GIUGNO 2016 a 2 giorni dalla fine del mandato istituzionale SENZA ESSERE IN SCADENZA VISTO CHE SI SAREBBE CONCLUSA IL 25/11/2016.

La Convenzione, tra il Comune di Sora e la Pallacanestro Sora andava avanti da ben 5 anni con la durata di 6 e scadenza proprio tra 5 mesi, ma TUTTI sappiamo che sono ANNI, non giorni, non mesi, MA ANNI che la Pallacanestro Sora se ne è privata sub-affittandola in un primo momento e poi successivamente declinando ogni responsabilità lasciando ogni decisione di impiego al Comune di Sora.

Cosa avrebbe fatto un Sindaco che fa il suo dovere nel momento in cui riceve le chiavi della struttura da parte del Concessionario?  Avrebbe rescisso la Convenzione, cosa che A SUO TEMPO non ha fatto se non il 3 giugno di quest’anno, durante le elezioni e MAI quando vi era un tempo interminabile per poterlo fare, e ricordiamo a tutti quando nel frattempo noi di Ci Siamo lo mettevamo in evidenza che c’era un conflitto tra tutte le parti e sicuramente nulla era in regola, una costante nei beni sportivi comunali dell’ex sindaco.

Un Sindaco che ha in testa l’interesse di una città e non di amici, non solo chiude la Convenzione ma istituisce un bando per farla aggiudicare al migliore offerente come la VERA DEMOCRAZIA INSEGNA, COSA QUESTA che si è guardato dal fare il Dott. Tersigni, ma consegnando in modo diretto all’amico Dott. FRANCESCO D’ORAZIO della società GYMNICA FITNESS CENTER, che in modo molto sospetto richiama obiettivi di coinvolgimento della terza età, della scuola, delle categorie più deboli, dei diversamente abili, di cui non neghiamo la possibilità che ci siano, MA SICURAMENTE C’E’ QUELLO SCOPO DI LUCRO DATO DA SOCI CHE PAGANO LE TESSERE SPORTIVE PER FARE IN QUELLA STRUTTURA SPORT AD USO PERSONALE e di cui siamo in possesso di ricevute.

Ma addirittura l’ex-Giunta con la delibera 159 del 3 giugno 2016 ci porta a conoscenza che all’Ente non è pervenuta alcuna ulteriore richiesta per la gestione della Gil…

E CHI LO SAPEVA? Il Comune ha mai fatto sapere di voler affidare la Gil?  Come poteva un’associazione sportiva, una di quelle che opera nel sociale, il cittadino stesso essere a conoscenza che bastava fare la richiesta e averla in affidamento?…ma se erano tante a richiedere senza bando come si sarebbe risolta la scelta per favorire una e non l’altra?

La verità è che questo ex-sindaco è andato a casa anche per questo, e cioè per questo suo modo tutto personale di affidare i beni della città, CHE NON SONO MAI STATI SUOI E CHE LUI GESTIVA COME SE FOSSERO VERAMENTE  I SUOI…

Dalla stessa delibera veniamo a conoscenza  che la GYMNICA FITNESS CENTER avrebbe fatto lavori per euro 30.106, per acquisto materiali, prestazioni manuali, interventi manutentori di ordinaria e straordinaria manutenzione…CI MANCHEREBBE PURE CHE GLIELI PAGASSIMO NOI, l’ha usata per anni, e poi non dimentichiamo quanti soldi abbiamo pagato noi cittadini per rimetterla a posto, la Gil, ma il motivo è sempre quello usato anche per altre convenzioni, il solito modus operandi di pretendere la struttura sportiva perché si è investito soldi propri e quindi reclamarla di diritto…

E invece no, non spetta nulla più di quello che uno si merita, e ora che Tersigni Ernesto ha fatto le valigie QUESTA CITTA’ DEVE CAMBIARE PAGINA e lei Dott. FRANCESCO D’ORAZIO farebbe bene ad andare dal nuovo Sindaco e riconsegnare le chiavi perché la sua associazione deve adeguarsi alle regole che, mentre prima non c’erano ora ci sono e LE REGOLE GIUSTE DICONO CHE CI DEVONO ESSERE OPPORTUNITA’ PER TUTTI E SECONDO LE LEGGI DEMOCRATICHE, CIVILI E COMUNALI.

Dott. D’Orazio non faccia finta di non aver capito, riconosca che una convenzione non in scadenza e rifatta sotto elezioni fa storcere il naso, noi pensiamo per amicizia, qualcuno potrebbe pensare anche a male.

Ora Lei potrebbe trovare mille scuse, forse anche dicendo che lì dentro c’è da parecchi anni, ma noi le ribadiamo a che titolo, e dove e quando si è guadagnato il diritto che invece è stato negato agli altri sorani. Nella nuova Convenzione si accenna al fatto che la sua associazione non fa scopo di lucro, MA NE E’ SICURO? LEI E’ PROPRIO SICURO CHE NESSUNO LI’ DENTRO PAGHI PER FARE SPORT? A NOI RISULTA IL CONTRARIO.

Per noi cittadini di Sora che abbiamo votato per cambiare questa città non riteniamo valida questa Convenzione che è il frutto di un accordo pre-elettorale, altrimenti non spiegherebbe la necessità di tanta urgenza per una cosa che andava avanti da tanto tempo e che dopo pochi mesi avrebbe trovato la sua naturale scadenza.

Dott. D’Orazio purtroppo per Lei il suo amico non c’è più, se lo cerca dovrebbe essere dalle parti delle Opposizioni, e quelle si sa contano zero se non sai farle contare, ma da quest’altra parte c’è chi vuole la legalità prima di tutto, e poi diritti per tutti, quelli che Lei, volente o nolente, ha calpestato…

Pensi ad un bando, pensi a partecipare in modo corretto, pensi a vincerlo e lo sa il bello qual è, che tutto questo VALE PER TUTTI… nessuno escluso…».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DI OGGI a Sora
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA