4 marzo 2013 redazione@sora24.it
LETTO 390 VOLTE

NEW YORK: “I’m Here”, nuova opera del sorano Enzo Celli al debutto Sabato 09 Marzo nella Grande Mela

Debutterà sabato 9 Marzo al Salvatore Capezio Theatre di New York la nuova produzione della Peridance Contemporary Dance Company, all’interno del quale andrà in scena la nuova opera del coreografo Sorano Enzo Celli: “I’m Here”. Prendendo il dramma dell’olocausto come punto di partenza, Enzo Celli analizza attraverso l’opera quello che è il dramma della separazione: separazione dalla persona amata, dagli affetti, dall’Amore.

“I’m Here” è un’opera che consente una grande capacità di immedesimazione da parte del pubblico. Pur traendo spunto da un dramma che per antonomasia rappresenta il concetto di sterminio di massa, la coreografia permette una penetrazione nel dramma personale di queste giovani coppie rendendo il messaggio moderno, odierno.

“Da sempre l’olocausto –  dichiara Celli – ha avuto su di me un macabro fascino come rappresentante del baratro a cui può portare la deviazione del Relativismo. Nello sforzo che ogni artista è chiamato a compiere nel immedesimarsi con un evento tragico, ho sempre pensato che se mi fossi trovato in una situazione del genere, più della morte mi avrebbe spaventato la separazione da mia moglie.

Li dove riesco ad accettare la morte, ciò che il mio animo, il mio spirito, il mio corpo, la mia mente non riesce a sopportare è la separazione dalla persona che amo. In tal senso ho voluto affrontare questo argomento, raccontando il dramma di queste giovani coppie che nel pieno della loro vita e della loro giovinezza vengono sradicate dal loro amore per essere precipitate nel baratro più nefando che la nostra storia contemporanea conosca”.

Aspetto inedito dell’opera è il debutto dello stesso Enzo Celli come autore dei testi che vengono recitati durante la performance. Negli ultimi anni il Maestro Sorano si è andato affermando sempre più a livello internazionale, soprattutto negli Stati Uniti. La sua attività artistica, sia come coreografo che come insegnante, si è sviluppata particolarmente a New York. Si è accreditato nel panorama coreografico della danza contemporanea newyorchese, ricevendo consensi sia dal pubblico che dalla critica Americana: il blog del Wall Street Journal ha scritto di lui che le sue opere parlano all’anima più che all’individuo.

Lo spettacolo della Peridance Contemporary Dance Company, diretta da Igal Perry, oltre alle coreografie di Enzo Celli vede anche le firme di Ohad Naharin di Batsheva, Dwight Rhoden di Complexions e Sidra Bell di Sidra Bell Dance New York. Il Maestro Sorano è l’unico Europeo a far parte di questa rosa di artisti, tra i più affermanti a livello mondiale nell’ambito della danza contemporanea.

Aiuto coreografo del lavoro di Celli è stata Elisabetta Minutoli, stupenda danzatrice di danza contemporanea, nonché moglie del Maestro Sorano, già conosciuta a livello internazionale come danzatrice: prima di lavorare con Enzo Celli era stata già danzatrice della compagnia Americana di Molissa Fenley.

Elisabetta Minutoli è anche la direttrice e coreografa del “Piccolo Balletto Sorano”, una nuova esperienza nata tra le mura del Centro Danza diretto da Monica Lupi e che vede in scena alcuni giovani danzatori Sorani. Il “Piccolo Balletto Sorano” ha già debuttato lo scorso Dicembre al Teatro Cassia di Roma riscuotendo un grande consenso di pubblico. In questi giorni hanno ripreso le prove per la prossima performance che li vedrà cimentarsi con le musiche di Giuseppe Verdi sempre per le coreografie di Elisabetta Minutoli.

IMG_2856

Commenti

wpDiscuz
Menu