sabato 26 settembre 2015 redazione@sora24.it

Oggi a Sora presentazione del libro dedicato a Federica Mangiapelo

“Federica la ragazza del lago” il libro di Massimo Mangiapelo presentato il 26 settembre a Sora presso la libreria Universitas alle ore 17.30

Sora – L’associazione Sos Donna-Sportello telematico e centro di ascolto in collaborazione con l’Aipes sono lieti di comunicare la presentazione a Sora (FR) del libro “Federica la ragazza del lago” di Massimo Mangiapelo (Bonfirraro editore), presso la libreria Universitas in via San Tommaso d’Aquino. All’happening culturale interverranno questo sabato 26 settembre alle ore 17.30 l’autore del romanzo autobiografico Massimo Mangiapelo, giornalista e scrittore, l’avvocato Giuliana Pagnanelli di Sos Donna, il dottor Maurizio Loreto Ottaviani presidente A.I.P.E.S., moderatrice dell’incontro la dottoressa Rachele Martino assessore alla cultura al comune di Arpino.

“Federica, la ragazza del lago” è un romanzo autobiografico. La vicenda narra la storia di Federica Mangiapelo, la ragazza trovata morta due anni fa, in circostanze non ancora chiarite, sulla riva del lago di Bracciano, in località Vigna di Valle ad Anguillara Sabazia. La storia ha avuto un forte risalto a livello di cronaca nazionale, sia per quanto riguarda le emittenti televisive che per la carta stampata, oltre che nel panorama dell’ampio mondo del web. E’ un romanzo autobiografico in quanto chi scrive l’opera è lo zio della vittima. Il papà di Federica è suo fratello. E’ un’immersione dentro l’anima per cercare di far comprendere ai lettori quello che si prova quando si vive un’esperienza così drammatica e la scia di dolore che resta viva, come una fiamma eterna, nel ricordo di una nipote (e di una figlia nel caso dei genitori) che, nonostante la giustizia faccia il suo corso, nessuno potrà mai ridarti.

“Il libro di Massimo Mangiapelo cattura la nostra attenzione non soltanto per la triste vicenda narrata che lo riguarda in prima persona visto che è lo zio della vittima, ma anche per la struttura del testo che incastra abilmente il diario personale e i fatti nudi e crudi – ha commentato l’assessore alla Cultura di Arpino Rachele Martino che, in veste di giornalista, farà da moderatrice all’incontro -. L’appuntamento di sabato è anche l’occasione per fare una doverosa riflessione sul tema del femminicidio in generale ma anche nello specifico visto che a Sora nei mesi scorsi si è verificato il drammatico fatto di cronaca di Gilberta Palleschi e proprio l’altra sera abbiamo marciato ad Arce contro l’archiviazione del caso di Serena Mollicone. Mi auguro – ha concluso Rachele Martino – che molti siano gli uomini presenti in platea: spesso ci si ritrova tra donne a scambiarsi opinioni e dati invece sarebbe bello un incontro dialettico anche con l’altra metà di noi”.

Ufficio Stampa Sos Donna-Sportello telematico e centro di ascolto

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI a Sora
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA