giovedì 17 settembre 2015 redazione@sora24.it

Ospedale: la Regione dice “A”, l’Asl ribatte “B”. E intanto a Sora servono medici…

Si è svolta nel pomeriggio nella sala consiliare del Comune di Sora una conferenza stampa indetta dall’Ado, Associazione Dipendenti Ospedalieri, per fare il punto della situazione dopo il tavolo tecnico che ha avuto luogo oggi in Regione Lazio a Roma.

Dalle parole del dott. Augusto Vinciguerra e del Dott. Fulvio Caracciolo, presenti all’incontro in Capitale, sono emersi particolari che hanno destato alcune perplessità sulla gestione del problema Sora, fermo restando un cauto ottimismo di fondo.

12007212_10206534194986872_915183140_n

In Regione, difatti, il «Dr. Schiavetti», stando a quanto dichiarato da Caracciolo, ha prospettato ai presenti una soluzione per far fronte alle esigenze del nosocomio sorano, nel caso in cui non siano garantiti i livelli essenziali di assistenza, ovvero l’assunzione di medici a tempo determinato. Tale soluzione sarebbe stata già utilizzata nelle Asl di Latina e Viterbo e sarebbe applicabile addirittura in pochi giorni.

12021789_10206534193866844_820062957_n

Dello stesso avviso, però, non è stata l’Azienda Sanitaria Locale di Frosinone, con cui gli stessi medici ed il sindaco Tersigni si sono confrontati dopo la riunione romana. L’ente guidato (ancora per poco) dalla manager Mastrobuono ha escluso la possibilità di assunzioni a tempo determinato, in quanto per inserire nuove risorse in organico l’azienda deve chiedere una deroga al divieto delle assunzioni e la stessa deroga deve essere sottoposta all’attenzione del Ministero dell’Economia. Dunque, come ha sottolineato lo stesso Caracciolo, «ci sono due linee di pensiero sulla vicenda». E quale delle due prevarrà? Lo sapremo nei prossimi giorni. All’inizio della prossima settimana, infatti, ci sarà un nuovo incontro in Regione, si spera definitivo in senso positivo per il SS. Trinità.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti