4 settembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 401 VOLTE

Ospedale: si parla nuovamente di declassamento, stavolta con Cassino e Alatri

Se le indiscrezioni pubblicate su IlMessaggero fossero vere, potremmo dire di essere caduti dalla padella nella brace. Il quotidiano romano, in un articolo a firma di Denise Compagnone, annuncia che, qualora la nuova bozza dell’atto aziendale diventasse un documento ufficiale, “gli ospedali di Cassino, Sora ed Alatri […] perderebbero le strutture complesse della direzione sanitaria, diventando ospedali satelliti del capoluogo”. Nella bozza precedente, invece, si prevedevano due poli ospedalieri: Frosinone-Alatri e Sora-Cassino.

Il Direttore Sanitario Mauro Vicano, sempre secondo IlMessaggero, cerca di resistere difendendo le istanze del territorio, vale a dire il mantenimento dei quattro ospedalieri, il conteggio delle strutture complesse calcolato sulla dotazione prevista per legge e l’istituzione del Dea di 1° livello a Sora. “Andando cioè contro le linee guida della Regione e più verso i bisogni della provincia […]”.

Il manager della Asl Vincenzo Suppa, invece, stando alle indiscrezioni sulla nuova bozza dell’atto aziendale, sembrerebbe aver intrapreso un’altra direzione. Nel frattempo i sindaci preparano barricate nel tentativo di difendere quel che resta della Sanità provinciale. L’Atto verrà presentato in Regione il prossimo 05 Ottobre. Si preannuncia pertanto un principio di autunno molto caldo, non solo dal punto di vista meteorologico.

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu