19 marzo 2012 redazione@sora24.it
LETTO 519 VOLTE

Patto Democratico per Sora: stupefatti dalle dichiarazioni del Consigliere Comunale Elvio Meglio

In merito alle affermazioni del Consigliere Elvio Meglio, rimaniamo stupefatti. Risulta evidente come la maggioranza consiliare di Sora, non riesca a tollerare l’esistenza di un’opposizione organizzata e vitale, che vuole porre alla cittadinanza le sue perplessità in merito alla gestione dell’attuale amministrazione. Ci saremmo inoltre aspettati una risposta di “maggior peso”, magari affidata all’omonimo capogruppo di maggioranza, invero sempre più silente. Ci saremmo aspettati dalla maggioranza risposte serie sulle motivazioni di crisi che scoppiano e rientrano e di dimissioni gravi come l’ultima, pesantemente motivata, del revisore dei conti di nomina targata centrodestra. E invece di una serie impressionante  di farneticazioni è stato incaricato il buon consigliere Elvio Meglio che ha ritirato in ballo, per l’ennesima volta e senza avere  le competenze necessarie,  le ormai famose – e false- situazioni debitorie lasciate dalla precedente amministrazione dopo che sull’argomento erano stati ben zittiti ben altri esponenti dell’attuale maggioranza. Forse egli non era in Consiglio quando si è approvato il Bilancio e forse era in vacanza negli anni in cui, come è noto e ratificato da atti pubblici, l’Amministrazione Casinelli ha, con un lavoro egregio, ripianato il buco di ben 2 milioni di euro di debiti fuori bilancio ereditati dall’Amministrazione in cui Ganino era Sindaco, Tersigni vice con Petricca e Di Pucchio in giunta.

Prendiamo comunque atto dalla commovente testimonianza del consigliere Meglio, che a causa della vostra pochezza amministrativa e dell’assoluta incapacità di attirare sulla nostra città nuovi finanziamenti (pensate di poter vivere di rendita ancora per molto?) non riuscite ad onorare le spettanze di tanti che hanno fornito servizi all’amministrazione; in verità a noi risultano – e presto il consigliere De Donatis ne chiederà formalmente conto nei modi di legge – alcune fulminee anticipazioni per taluni che, evidentemente dopo attento esame, vi sono sembrati più moralmente esausti di altri. E come pensate di poter onorare le spettanze (il sindaco parla di oltre 600.000 euro) di quanto hanno fornite opere servizi e materiali  in occasione dell’emergenza neve? Questi soldi, almeno in parte,  forse saranno procurati da chi ha sfilato in città parlando di “modello Sora” o venendo a creare solo difficoltà logistiche all’ospedale e alla città già in ginocchio?
Ma la cosa che riteniamo politicamente grave è il cercare di coprire e minimizzare divergenze e contrasti noti a tutta la città definendoli “normali assestamenti”.

Qualcuno in seno alla maggioranza ha solo comunicato il proprio disagio, altri hanno preferito affidare alla disobbedienza il loro malessere: questi sono fatti pubblici che il consigliere De Donatis aveva il dovere di evidenziare nel rispetto del suo ruolo di opposizione. Ma  la verità vi preoccupa molto, come dimostrano le reazioni scomposte del Sindaco in merito alle interrogazioni su pubblica illuminazione su strada ad uso privato (impianto Panico) e la richiesta di chiarimenti su chi ha assicurato il parco macchine dell’Ambiente spa. Siete messi male e molto, caro Consigliere Meglio e forse in Consiglio le conviene cominciare a girarsi per guardare ogni tanto anche le facce dei consiglieri di seconda fila che non appaiono sempre così radiose come le vuole descrivere.

Gabriele Di Vito – Coordinatore di Patto Democratico per Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu