20 maggio 2013 redazione@sora24.it
LETTO 81 VOLTE

Perché facciamo questo al nostro territorio? [FOTOGALLERY]

A primavera tornano in auge le gite fuori porta, occasioni propizie per trascorrere qualche ora all’aria aperta con la famiglia o gli amici. Ci si organizza per il pranzo, ognuno prepara qualcosa e magari si completa la giornata con la tradizionale “arrostata” . Ma quando arriva il momento di tornare a casa viene fuori il nostro lato peggiore, chiaramente rappresentato dalle immagini in allegato scattate nella zona di S.Elia da due nostri lettori.

Due domande:

  1. Perché facciamo questo al nostro bellissimo territorio?
  2. Siamo proprio convinti che gettare rifiuti per la strada equivale a liberarsene?

SANT_ELIA_1

Prima di compiere atti del genere, dovremmo riflettere un po’ di più. Di seguito, a titolo informativo, riportiamo i tempi di smaltimento di alcuni rifiuti dispersi nell’ambiente. I dati sono tratti dal sito www.mondoecoblog.com.

LA BIODEGRADABILITA’ DEI NOSTRI RIFIUTI
– Scatoletta di metallo: 50 anni
– Lattina di alluminio: da 20 a 100 anni
– Mozziconi e sigarette: da 3 mesi a 1 anno
– Accendino di plastica: 100 anni
– Bottiglia di vetro: 4000 anni
– Contenitore di polistirolo: 1000 anni
– Card plastificata o telefonica: 1000 anni
– Sacchetto di plastica: da 100 a 1000 anni
– Resti di frutta e verdura: da 3 mesi a 6 mesi
– Pannolini usa e getta: 450 anni
– Piatti, bicchieri e accessori di plastica: da 100 a 1000 anni
– Bottiglie di plastica: da 100 a 1000 anni
– Fermalattine: 450 anni
– Giornali e quotidiani: da 3 a 6 mesi

Lorenzo Mascolo – Sora24

SANT_ELIA_2

Commenti

wpDiscuz
Menu