mercoledì 15 gennaio 2014 redazione@sora24.it

SORA – Finanziato dalla Regione Lazio il progetto “Auxilior”: percorsi territoriali di interventi di rilevante interesse sociale

La Regione Lazio ha finanziato con un importo di 20.000,00 euro,  il progetto “Auxilior”. L’intervento sarà caratterizzato da un totale di 40.000,00 euro, di cui 20.000,000 a carico del bilancio comunale. La graduatoria pubblicata il 14 gennaio, sul bollettino ufficiale dalla Regione Lazio, su un totale di 250 richieste, ha visto il progetto presentato dal settore servizi sociali dal Comune di Sora, collocarsi al 10 posto e al primo nella Provincia di Frosinone. Il Progetto “Auxlior”  ha quale obiettivo generale quello di intervenire tempestivamente nelle situazioni di grave fragilità sociale in cui si trovano soggetti/nuclei familiari  al cui interno siano presenti minori; soggetti svantaggiati; persone con disabilità e/o a rischio di emarginazione sociale, inoccupati; disoccupati.

Il Progetto intende favorire l’inclusione sociale dei soggetti deboli offrendo opportunità lavorative al fine di raggiungere l’autonomia di vita attraverso un percorso di crescita e migliorare il benessere della persona, della famiglia, del minore, del disabile secondo criteri di omogeneità di interventi e compatibilmente all’adeguatezza delle risorse e dei servizi. Ciò, attraverso l’inserimento nel contesto lavorativo, utilizzando le risorse territoriali; l’erogazione di buoni lavoro (voucher) a seguito della prestazione di lavoro accessorio (cioè quelle prestazioni di lavoro svolte al di fuori di un normale contratto di lavoro); gestione delle problematiche che emergono nella fase della presa in carico del caso utilizzando la rete integrata dei servizi. I buoni lavoro o voucher rappresentano un sistema di pagamento che l’Ente utilizza per le prestazioni di lavoro accessorio, il compenso è esente da ogni imposizione fiscale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato, è inoltre cumulabile con i trattamenti pensionistici, secondo la normativa vigente ed è riconosciuto ai fini pensionistici. Il beneficiario dei voucher può goderne nella completa legalità, con copertura assicurativa INAIL in caso di eventuali incidenti sul lavoro e senza dover stipulare alcun tipo di contratto.

Attraverso i Voucher è garantita la copertura previdenziale presso l’INPS e quella assicurativa presso l’INAIL. I Voucher hanno un valore di € 10,00 ciascuno che corrisponde al compenso minimo di un’ora di prestazione. «Pur non rappresentando una soluzione radicale, attraverso questo progetto, – dichiarano il Sindaco e il Consigliere delegato ai Servizi Sociali, Lino Caschera – facciamo un piccolo, ma importante, passo in avanti per il reinserimento sociale delle fasce più deboli».

Commenti

wpDiscuz
Menu