16 ottobre 2014 redazione@sora24.it
LETTO 2.612 VOLTE

Sora, parcheggio per disabili: la civile protesta della signora Clementina

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota, consistente in una civile protesta, inviataci dalla signora Clementina

«Quattro anni fa richiesi prima alla vecchia amministrazione e poi all’attuale, un posto riservato a portatori di handicap per mia madre (classe 1918). A mio avviso doveva essere una richiesta legittima, ma così non è mai stato fino ad arrivare a circa un mese fa, quando purtroppo la situazione è peggiorata e sono riandata con una certa frequenza a richiedere il posto riservato: le strisce sono state fatte, ma al posto deciso dagli addetti ai lavori.

Prima di iniziare l’intervento ho fatto notare che a me sarebbe servito di fronte l’ingresso della mia abitazione, ma così non è stato. Per un paio di volte ho deciso di sostare nell’area suddetta, ma in senso contrario e avendo sotto il marciapiede pochissimo spazio. Qualche giorno fa, scendendo dalla macchina, mia madre ha battuto involontariamente una gamba contro lo sportello procurandosi una ferita molto vistosa.

Erano circa le 20:00 quando questo è successo ed io, presa dallo spavento e dovendole tamponare poi in casa la ferita ho dimenticato anche il giorno dopo di spostare la macchina. Con mio grande stupore dopo qualche giorno mi sono vista recapitare al mio domicilio una multa di euro 41,00 più 10,60 per spese per sosta di senso contrario: accertamento della polizia municipale. Chiedo cortesemente che qualcuno voglia mettere fine a questo spiacevole inconveniente per riportare un po di serenità».

Clementina

Commenti

wpDiscuz
Menu