19 gennaio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 417 VOLTE

Sora: strade da terzo mondo. L’appello di Pintori (M5S)

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma di Fabrizio Pintori, consigliere comunale e portavoce del Movimento Cinque Stelle di Sora.

«La situazione delle strade di Sora, molte delle quali versano in pessime condizioni, è sotto gli occhi di tutti. Pur essendo comprensibile che rifare il manto stradale è un’operazione dispendiosa (salvo tappare qualche buca) per le limitate risorse economiche a disposizione, si rimarca che qualche intervento utile a garantire una maggiore sicurezza è possibile.

Vari abitanti di S. Giorgio e della Selva hanno segnalato, oltre lo stato di fatiscenza dei marciapiedi, la scarsa sicurezza di alcune strade lamentando la carenza della segnaletica orizzontale in via Carpine, via Ponte Ricciotto, via S. Giorgio e Via Agnone del Prato, nonché di quella verticale soprattutto in prossimità dell’incrocio tra via Carpine e via Vado Pescina. Inoltre, il guard-rail al lato di via Ponte Ricciotto andrebbe ripristinato il prima possibile, in quanto è ormai vetusto e fatiscente, come si vede dalle fotografie, mentre il guard-rail di via S. Giorgio praticamente non esiste più e vi è il pericolo che qualche automobilista possa finire nel canale a lato della strada.

Per far fronte a questi interventi si potrebbe utilizzare la quota dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie che ai sensi dell’art. 208 del Codice della Strada può essere destinata per interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento, messa a norma e manutenzione della segnaletica delle strade ovvero al miglioramento della sicurezza stradale, con interventi di sistemazione del manto stradale e l’installazione, l’ammodernamento, il potenziamento, e la messa a norma e la manutenzione delle barriere.

Inoltre, migliorare la sicurezza delle strade eviterebbe, in caso di incidente stradale, che il Comune possa incorrere in contenziosi legali. I residenti della zona sono ormai stanchi di attendere questi interventi, ma soprattutto sono stanchi di vedere che la classe politica locale si interessi a loro soltanto nei mesi antecedenti le elezioni, con le solite promesse che puntualmente vengono disattese. L’auspicio è che l’Amministrazione inizi, finalmente, a programmare una serie di interventi per cercare di migliorare le condizioni delle strade della città».

Commenti

wpDiscuz
Menu