venerdì 11 aprile 2014 redazione@sora24.it

Tra 50 anni il centro storico di Sora cadrà

La relazione del Movimento Ci Siamo sull’assemblea pubblica sui Contratti di Quartiere

«Noi del Movimento Ci Siamo ieri sera all’assemblea pubblica sui Contratti di Quartiere c’eravamo, molte forze politiche hanno disertato e altri che sanno solo “starnazzare” erano come al solito al mare. Ma la gente che non t’aspetti c’era e questo vale più di ogni altra considerazione.

Sui Contratti di Quartiere si è detto già molto ma, soprattutto per i disagi che da un paio di anni hanno martoriato i residenti del Centro Storico e dei rioni adiacenti, fino ad essere degli assediati in casa era doveroso fare il punto della situazione e ascoltare i tecnici del Comune di Sora, i responsabili dei lavori, gli architetti ed ingegneri, il sindaco stesso.

E’ apparso subito evidente, ed era anche prevedibile, che la richiesta più forte da parte delle oramai vittime di lavori con troppe pause, di aperture di fogne lasciate poi aperte, di situazioni degenerate per incuria, di precarietà sanitaria, di odori nauseabondi stagnanti, di veri corsi d’acqua che si sono andati ad incuneare a ridosso delle abitazioni ed esercizi commerciali fino in alcuni casi ad entrarne dentro, era legata alla volontà di sapere quando tutto questo avrebbe avuto una fine.

Non scendiamo nei termini tecnici e nelle analisi dei tecnici responsabili, anche se riteniamo giusto e opportuno avere bene in mente il quadro della situazione per poi avere più elementi di valutazione di un progetto iniziale a cui ora ve ne si aggiunge ancora un altro, tenendo però separati i finanziamenti.

Riassumendo velocemente si è sottolineata la difficoltà trovata nel corso dei lavori per una rete fognaria oramai obsoleta, teniamo presente che il Centro Storico è fortemente a rischio per la presenza sottostante di forte quantità di acqua che pone allarmanti interrogativi su quanto potrà reggere in simile condizione, arrivando a far esclamare al Sindaco Tersigni parole drammatiche: “Il Centro Storico entro 50 anni cadrà”.

Francamente a noi si è gelato il sangue, noi non osiamo neanche immaginare cosa potrebbe essere questa città senza la traccia storica del suo passato, e già tremiamo al pensiero che tra qualche anno, se non si ricorre ai ripari, se non si affronta il problema con il dovuto rispetto, questa zona, una delle più belle di tutta la città, potrebbe vedersi isolata e ridotta ad area fantasma.

Che Sora abbia bisogno di un forte restyling è evidente a tutti, ma basterebbe più di qualche ritocco, che il nostro Sindaco Tersigni pospone ad altre opere meno prioritarie, per riportarla ad essere una delle città più belle della Ciociaria e non solo, ma è anche evidente che non ci possiamo permettere di perdere ciò che ci garantisce ancor di più questa supremazia per un quadro paesaggistico di notevole spessore.

L’Avezzano di oggi avrà qualcosa a livello commerciale di più della nostra città, ma il terremoto che l’ha devastata tutta ne ha privata della sua storia, di un passato sepolto tra le macerie e per questo non potrà mai competere con la nostra Sora, ricca, finora, del suo Centro Storico, della sua Canceglie, del suo rione San Silvestro, di un cuore che non ha mai smesso di battere nel tempo.
Scusate se Ci Siamo un po’ allontanati dal problema di questi Contratti di Quartiere, purtroppo non se ne vede ancora la fine, il Sindaco vuole rattoppare alla meno peggio prima dell’estate, ma sembra una previsione rosea a guardare le facce dei tecnici presenti.

Nel batti e ribatti con tanti cittadini insofferenti apprezziamo l’intervento di Bruno La Pietra, che in una logica giusta pone l’accento sull’organicità degli interventi da fare che, in mancanza di fondi utili a finire tutti i quartieri interessati con dubbio criterio di lavorazione, devono assolutamente coprire il Centro Storico partendo da San Silvestro, ovviamente è lì che l’insofferenza è più sentita.

Problemi, problemi seri per una città che ha bisogno di tutte le energie e i fondi necessari per risolverli, perché a noi del Movimento Ci Siamo piace persino il Sindaco Tersigni quando si impegna in questo senso, quando invece ha la testa tra le nuvole pensando di realizzare cose che non stanno nè in cielo nè in terra noi siamo veramente preoccupati.
Se ne farà un’altra tra poco più di un mese, sarà cambiato qualcosa?…»

Press Release del Movimento Ci Siamo a cura di Roberto Iacovissi speaker Ci Siamo

Commenti

wpDiscuz