6 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 582 VOLTE

VALLERADICE SORA corsaro a Ceprano (1-2) con SuperGiacomobono. Ma i padroni di casa perdono la testa e aggrediscono l’arbitro, che fugge negli spogliatoi. Gara sospesa

Il Valleradice passa sul campo del Ceprano ma con riserva: a tre minuti dalla fine, difatti, dopo il secondo goal dei Sorani, l’arbito veniva accerchiarto dai calciatori del Ceprano che gli impedivano di continuare la partita. Il direttore di gara si rifugiava quindi negli spogliatoi decretando la fine delle ostilità. Importantissimo notare che alla consegna del rapporto di gara il risultato scritto e firmato dall’arbitro era 1 a 2.

LA CRONACA – Nel primo tempo, intorno al 20′, biancocelesti in vantaggio con Giacomobono che raccoglieva di testa un cross da destra insaccando il pallone alle spalle del portiere di casa. Successivamente e fino al termine della frazione, normale amministrazione degli ospiti e due grandi interventi del portiere Rocca.

Nella ripresa il Ceprano si riversava subito in attacco, ma il Valleradice Sora controllava bene. Al 15′ l’arbitro decretava giustamente un calcio di rigore per il Ceprano, ma un grandissimo Rocca si opponeva alla conclusione dagli undici metri salvando il vantaggio sorano. Poco dopo, però, arrivava il pari del Ceprano, con la palla che terminava in rete dopo una respinta corta della difesa del Valleradice.

All’87’ la svolta: punizione peer il Valleradice battuta a centrocampo da Conte, palla sulla fascia sinistra per Pontone e cross a centro area per Giacomobono, che non falliva la palla del 2-1. Subito dopo l’arbitro veniva accerchiato dai padroni di casa e decideva di dirigersi negli spogliatoi.

Il comunicato ufficiale della LND verrà emesso Giovedì 08 Novembre. Intanto Nister Coraggio e company si godono la vittoria e danno appuntamento a tutti gli sportivi sorani per domenica prossima al “Panico” di Sora, quando si giocherà l’attesa sfida con la capolista Bovillese.

Commenti

wpDiscuz
Menu