6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 507 VOLTE

“Una notte all’Opera”: galà lirico in scena a Valleradice

“Una notte all’Opera”: è questo il suggestivo titolo del Galà lirico 2011 in programma mercoledì 7 settembre, alle 21.30, a Sora in località Valleradice. Lo spettacolo proporrà al pubblico le musiche più famose di Puccini, Verdi, Donizetti, Mozart e Bizet.

L’evento, inserito nel programma di “Vivi Sora 2011”, è stato patrocinato dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Sora ed è organizzato dal Comitato Festeggiamenti S. Maria di Valleradice. Partner della serata la Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, la Provincia di Frosinone, la Pro Loco di Sora e la Banca Popolare del Cassinate.

La direzione artistica del galà porta la firma di Alessandro Alonzi, organista e fondatore della Corale Polifonica “Maria SS.ma di Valleradice” di cui è direttore. Nel 2011 fonda l’Associazione Culturale “Armonie di Valleradice” ed è nominato nuovo direttore della Corale Polifonica delle Liturgie Ufficiali del Vescovo nella Cattedrale della diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo.

Ricco e di spessore il cast della serata. Si esibirà la Corale Polifonica “Armonie di Valleradice” che, nonostante la recente costituzione, ha già all’attivo numerosi concerti, partecipazioni a rassegne corali o di animazioni liturgiche non solo a Sora e nel Lazio, ma anche in Abruzzo, riscuotendo sempre vivo apprezzamento.

I brani in programma saranno interpretati dalle intense voci soliste dei soprani Martina Parravano, Ilaria Tatangelo e Chiara De Gasperis, del tenore Riccardo Della Scuicca e del basso Matteo Maria Ferretti. Accompagneranno il coro ed i solisti il Quartetto d’archi “Licinio Refice” di Sora, il M° Mario Mancini al flauto e basso continuo, e il M° Alessandro Alonzi al pianoforte.

La serata, presentata dalla giornalista Ilaria Paolisso, sarà aperta dall’Inno di Mameli in onore del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Quindi, sarà di scena una selezione delle più belle e famose arie d’opera spaziando da “Amami, Alfredo” (da “La Traviata”) a “Un bel dì vedremo” (da “Madame Butterfly”), da “La calunnia è un venticello” (da ‘Il barbiere di Siviglia’) a  “Va’ pensiero” (dal ‘Nabucco’).

Comunicato stampa del Comune di Sora

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu