martedì 18 febbraio 2014

1a San Casto Sky Trail: 174 atleti per un grande successo!

Grande successo per la prima edizione della San Casto Sky Trail, la corsa di montagna organizzata dalla sezione di Sora del Club Alpino Italiano che si è svolta domenica 16 febbraio sui monti della città fluviale. Sotto i tiepidi raggi di un sole anticipatamente primaverile, le spettacolari montagne che cingono la città sono state protagoniste, per un giorno, di un evento sportivo unico nel suo genere; Sora è difatti sede naturale di un Trail cittadino, ossia un circuito che da un dislivello montano di 900 metri circa entra, attraversa e termina all’interno di una città, percorrendo scenari mozzafiato.

Ed è proprio questo suggestivo, quanto impegnativo itinerario, ad aver portato in città 174 atleti provenienti da tutto il centro Italia. Primo classificato è stato Antonio Carfagnini, della Team Tecnica Tibur Ecotrail, con un tempo di 1h e 11 min., che ha staccato di 4 secondi Mario Capuani della Aprocis Runners Team; terzo classificato Nico Rossi, dell’Atina Trail Running, con un personale di 1h e 22 min. Al settimo posto il primo dei sorani in gara, Attilio Tersigni, della Ss. Lazio Atletica, con 1 h. e 25 minuti di tempo. Prima della categoria donne Tiziana Bifera, della Polisportiva Tiziana Fava, giunta sessantasettesima con un tempo di 1h e 50 minuti. Originale la cerimonia di premiazione, dopo aver premiato i primi dieci uomini e tutte le donne in gara, si è proceduto ad estrarre a sorte i pettorali degli atleti ai quali sono stati assegnati ricchi premi, il tutto in un clima di festa come prevede lo spirito di un trail: nessuna competizione con l’altro ma solidarietà ed amicizia. Grande soddisfazione al termine della gara hanno dimostrato gli atleti partecipanti i quali, stremati dal duro percorso, si sono complimentati con l’organizzazione non solo per l’accoglienza ma anche per i luoghi naturali e storici nei quali sono stati immersi.

Accanto alla manifestazione sportiva il CAI ha organizzato una escursione guidata sul colle San Casto, che ha visto una numerosa partecipazione di pubblico, soprattutto bambini. Sport, natura e cultura, queste le determinanti della manifestazione che il Cai di Sora ha inteso promuovere e che costituiscono l’avvio di una lunga serie di eventi che, nel corso del 2014, riporteranno la montagna al centro della vita cittadina.

Un plauso infine ai giovani organizzatori di questo evento che hanno saputo far nascere da una passione personale un evento sportivo che, nei prossimi anni, saprà conquistarsi spazi nazionali e non solo. Ma non finisce qui, il CAI ha in serbo una sorpresa per fine maggio con una nuova manifestazione sportiva, ambientale e culturale.

CAI, Sezione di Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu