25 aprile 2013 redazione@sora24.it
LETTO 390 VOLTE

25 aprile 2013: Sora celebra la “Festa della Liberazione” [FOTOGALLERY]

La Città di Sora ha celebrato oggi con grande partecipazione di cittadini il “68°Anniversario della Liberazione”. La cerimonia, promossa dall’Amministrazione Comunale, ha preso il via alle ore 10.30 con la sfilata della autorità e del Corpo Bandistico “Città di Sora” lungo Corso Volsci. Il corteo si è fermato presso l’atrio della Cappella dei Caduti nella Chiesa Santa Restituta dove sono stati resi gli onori militari alle Autorità. Quindi, è stata deposta una corona  ai piedi dell’altare della Cappella. Presenti il Sindaco Ernesto Tersigni, insieme a numerosi esponenti dell’Amministrazione Comunale, il Vice Commissario Prefettizio Anna Mancini, in rappresentanza della Provincia di Frosinone, le Autorità militari e religiose. La manifestazione è stata impreziosita, come da tradizione, dalla sentita partecipazione delle rappresentanze combattentistiche e d’arma.

Presso la Cappella dei Caduti si sono tenuti i discorsi delle autorità. Per le Forze Armate, che furono tra i principali attori della lotta di liberazione, hanno preso la parola Rodolfo Damiani, Associazione Aeronautica Militare, e Antonio Corsi, Presidente Associazione Nazionale Marinai d’Italia.

L’intervento tenuto dal Sindaco Ernesto Tersigni: “SOLIDARIETA’ UGUAGLIANZA E PARI DIGNITA’ SOCIALE sono le pietre miliari che  in questo particolare momento storico devono ispirare ogni nostra azione, politica e sociale. E’ solo ribadendo a gran voce questi valori che potremo riacquistare la fiducia e la speranza di un futuro migliore e più giusto. Oggi è il tempo della nuova Liberazione, di una nuova rivoluzione morale e di un rinnovato senso di appartenenza. In tal senso non può essere non citato il gesto del  Presidente Giorgio Napolitano che accettando nuovamente la carica di capo dello Stato ha dimostrato, in questo momento particolare, tutto il suo attaccamento e amore per la Nazione. Vi saluto con le parole che hanno concluso il suo discorso di insediamento a Montecitorio: Viva  la Repubblica, viva l’Italia! E io aggiungo: Viva il 25 aprile!”.

Alle ore 11.55 il corteo ha ripreso il suo cammino, percorrendo Lungoliri Mazzini. Quindi, presso la Stazione dei Carabinieri, è stata deposta una corona al monumento in memoria Carabiniere Alberto La Rocca, Medaglia d’oro al valor militare.

SERVIZIO FOTOGRAFICO A CURA DI MASSIMO DI RUSCIO

[nggallery id=920]

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu