28 aprile 2012 redazione@sora24.it
LETTO 461 VOLTE

25^ CIOCIARISSIMA: ultimi preparativi prima del grande evento “d’argento”

L’Associazione Sportiva Ciclisti Sorani mette a punto gli ultimi dettagli prima del grande evento ciclistico del 1° maggio  Mancano pochissimi giorni al primo maggio e per gli appassionati di ciclismo significa soprattutto che manca pochissimo alla 25^ edizione de “La Ciociarissima”, la classicissima di primavera del ciclismo frusinate, gara ciclistica nazionale riservata alla categoria elite – under 23. Quest’anno, per il suo venticinquennale, si presenterà nella veste d’argento, un traguardo che sarà sembrato lontanissimo nel 1988, anno della prima edizione, ma che certamente quest’anno, anno 2012, premia gli organizzatori, i “ragazzi” dell’Associazione Sportiva Ciclisti Sorani, che per un quarto di secolo e ininterrottamente hanno creduto in questo progetto senza mai “smettere di pedalare”.

“Forse lo speravamo 25 anni fa – dice Rocco Lucio Bruni, uno dei padri fondatori della Ciociarissima – non saprei, ma certamente non è mai mancato in noi il desiderio di ripetere anno dopo anno questo evento. E sempre, questo ci tengo a dirlo, cercando di migliorare e di fare sempre di più rispetto a quanto era stato fatto l’anno precedente. È stato questo lo spirito che ci ha contraddistinto, spinti da quella passione pura per questo sport e per quell’innato istinto dei soci della nostra associazione di dare sempre il massimo sia pur tra non poche difficoltà”. Nel corso degli anni tanti atleti sono saliti sul podio della Ciociarissima; di questi basti dire che dalla 18 edizione in poi (anno in cui è diventata gara nazionale ma in alcuni casi anche prima) tutti i vincitori – anche se poi non hanno proseguito a lungo la carriera – hanno fatto il salto nella massima categoria, quella appunto dei professionisti. Dando una veloce scorsa all’albo d’oro della Ciociarissima, il primo vincitore è stato, meglio dire fu, Sossio Mele (quell’anno, e a oggi unica edizione, la gara si disputò per la categoria juniores), e per le successive tredici edizioni a vincere furono sempre atleti italiani. Il primo podio “straniero” si è avuto nel 2002 con la vittoria del russo Alexander Bajenov, passato professionista l’anno successivo, a cui fece seguito due anni dopo la vittoria dello jugoslavo Ivan Stevic (in seguito il “vento straniero” passerà da est a ovest con le vittorie colombiane del 2007 e del 2010 rispettivamente di Julian Dario Atehortua di Quintero Norena Carlos).

L’anno successivo, il 2005, che segnò il passaggio della Ciociarissima a gara nazionale, si ebbe la vittoria del primo atleta ciociaro, Gianluca Coletta di Cervaro. Vincitore dell’ultima edizione è stato il siciliano di Paternò (Catania) ma in forze al team toscano della Gragnano Sporting Club, Carmelo Pantò. In questa edizione “argentata” i team iscritti sono 17, al solito provenienti da diverse regioni d’Italia, per un totale di circa 130 atleti. Il pronostico è quanto mai incerto ma di certo sarà un atleta che darà lustro a questa edizione così come è stato in passato. Ma soprattutto il vincitore sarà colui che nel cerimoniale di premiazione vestirà la maglietta speciale del venticinquennale, la cui grafica è stata curata dal vice-presidente Lucio Parravano e che ha visto la realizzazione a opera del maglificio Leda di Ferentino. Ovviamente anche questa maglietta ricorderà i colori dell’argento.

“Sono sicuro che sarà un’edizione bellissima – afferma il presidente Giuseppe Chech – da ricordare non solo perché è la 25esima ma perché è stato fatto un ottimo lavoro da parte di tutti, da ultimo il vino del venticinquennale, una splendida bottiglia con l’etichetta che ricorda la “Ciociarissima d’argento” e che ogni sportivo, amante del ciclismo e non, dovrà avere a ricordo di questa edizione. Il vino, insieme ad altri gadgets, sarà in distribuzione sin dalle ore 9 della mattina del primo maggio in piazza Santa Restituta a Sora presso lo stand eno-gastronomico.” Proseguendo con il programma della manifestazione, alle ore 11 ci sarà la punzonatura e dalle 12,30 alle 13,15 ci sarà il foglio firma degli atleti con la presentazione dei vari team. La partenza verrà data alle ore 13,30. Gli atleti da Sora si porteranno verso Broccostella per immettersi in Val Comino attraverso i comuni di Posta Fibreno, Vicalvi e Alvito, per poi far ritorno verso Sora,. Da qui inizierà la seconda parte della gara che vede interessati i comuni di Isola Liri, Castelliri e Sora.  Da non perdere i vari passaggi alla salita dei Cartoni, luogo di ritrovo di tantissimi sportivi, e soprattutto l’erta finale della salita di Portella che decreterà (è ormai così da un po’ di anni) quello che sarà il podio finale. Arrivo e cerimoniale di premiazione previsto intorno alle 17,00. Il primo maggio a Sora, oltre che festa del lavoro, è una grande festa del ciclismo!

Gianni Bruni

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu