Il suffragio femminile a Sora. I primi voti e i risultati

Per la prima volta uomini e donne aventi diritto vennero chiamati alle urne, prima per le amministrative e poi per eleggere l'Assemblea Costituente nel celebre 2 Giugno 1946. Ecco come andò a Sora.

Il 30 Gennaio 1945 il Regno d’Italia istituì il suffragio femminile. A Sora le donne furono chiamate alle urne per la prima volta nell’Aprile 1946, per eleggere dell’amministrazione comunale: il nuovo sindaco fu l’Avv. Francesco Savona, cui oggi è dedicata una piazza nei pressi del Parco A. Valente. Due mesi dopo ebbe luogo il primo voto su scala nazionale, al referendum istituzionale che sancì la nascita della Repubblica italiana e alle contemporanee elezioni politiche dell’Assemblea costituente. Ecco i risultati registrati a Sora, città che allora era ancora la più popolosa della giovane Provincia di Frosinone.

Elettori 13.294
Votanti: 11.306 (85,05 %)
Schede bianche: 376
Schede non valide (bianche incl.): 1.084

LISTE, NUMERO VOTI E PERCENTUALI (%)
Democrazia Cristiana –  3.783 (37,01%)
Partito Repubblicano Italiano 3.072 (30,05%)
Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria 1.111 (10,87 %)
Partito Comunista Italiano 983 (9,62%)
Altre Liste 474 (4,64%)
Unione Democratica Nazionale 318 (3,11%)
Blocco Nazionale Libertà 156 (1,53%)
Fronte Uomo Qualunque 143 (1,40%)
Alleanza Monarchica Italiana 91 (0,89%)
Concentrazione Democratica Repubblicana 46 (0,45%)
Partito d’Azione 45 (0,44%).

Per quel che riguarda i risultati del referendum, in provincia di Frosinone vinse la monarchia con 116 mila voti, pari a quasi il 57% del totale. A scegliere la Repubblica, invece, furono circa 89 mila elettori, pari a circa il 43%.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Local Marketing
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al 22 Settembre 2020.

MESSAGGIO PROMOZIONALE

L'evento avrà luogo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili dal 12 al 20 Settembre.