lunedì 6 maggio 2013

50 anni dalla caduta del DC3 dell’Itavia – Inaugurata lapide in pietra per ricordare il disastro aereo avvenuto il 30 marzo 1963 [FOTOGALLERY]

Ieri 5 maggio 2013, a cura dell’ Associazione Amici della Montagna Gruppo 25 aprile, il Club Alpino Italiano sezione di Sora e l’Associazione La Selva, con il patrocinio del Comune di Sora, sui monti di Serra Alta che sovrastano la città, è stata inaugurata una lapide in pietra calcarea recante i nomi delle otto vittime del disastro aereo avvenuto il 30 marzo 1963.

A 50 anni dalla caduta del DC3 dell’Itavia, si è voluto ricordare questo tragico evento che all’epoca tanto profondamente colpì  la popolazione sorana, al fine di affidare alle future generazioni la memoria di questo avvenimento

I partecipanti  alla manifestazione si sono ritrovati al Rifugio Trombetta da dove sia con mezzi propri che con quelli messi a disposizione dal comitato organizzatore, si sono trasferiti in località Le Fosse, da cui sono saliti sulla montagna. In vetta don Pasqualino Porretta ha benedetto la lapide alla presenza di alcuni parenti delle vittime provenienti da Pescara, Roma, Parigi e Miami (Usa).

Un servizio di elicottero ha permesso – a chi non era in grado di poter salire con le proprie forze – di poter assistere alla cerimonia e di partecipare alla commemorazione .

Momenti di profonda commozione si sono verificati quando la signora Lizabeth Gelber, figlia di uno dei passeggeri deceduti, ha espresso riconoscenza e ringraziamenti agli organizzatori per aver permesso, con questa iniziativa, di poter ricordare la memoria di tutte le vittime.

Foto – Sandro Barone

[nggallery id=951]

Commenti

wpDiscuz
Menu