1’ di lettura

54enne di Sora denunciato dalla moglie per violenza e maltrattamenti in famiglia

Nonostante le lodevoli iniziative organizzate a Sora per sensibilizzare le persone contro la violenza sulle donne, purtroppo continuano a verificarsi episodi deprecabili nella nostra città. Riportiamo l’articolo del quotidiano “La Provincia” di oggi, 27 Giugno 2012, a firma di Luciano Nicolò: “Violenza e maltrattamenti in famiglia. Con questa accusa un uomo di 54 anni di Sora è stato denunciato dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza. Gli uomini del dirigente Vassalli hanno così messo fine ad una triste vicenda che trae origine negli ultimi tempi a seguito di diversi episodi di cui era ”vittima” la moglie 53enne dell’uomo. Una storia vissuta drammaticamente nel quartiere di San Domenico, in un contesto familiare difficile, che ha registrato negli anni maltrattamenti e lievi ferite subìti dalla donna. Da tempo se ne stanno occupando in Commissariato, dove la moglie, stanca di essere il capro espiatorio delle frustrazioni del marito, trovò la forza ed il coraggio di presentare denuncia raccontando le violenze del consorte, il suo vizio dell’alcol, del gioco. E nonostante ciò aveva continua ad assisterlo, anche se da separata in casa. Dopo la denuncia l’uomo ha però cambiato atteggiamento, mostrandosi pentito, almeno in apparenza. Aveva smesso di bere cominciando a comportarsi correttamente con la moglie e con i suoi figli ormai grandi. Fino a quando la 53enne, notando il cambiamemento del marito, ha ritirato la denuncia. Per i poliziotti era tutta una farsa. Il 54enne, compreso che sarebbe scampato ai molto probabili guai con la giustizia, nei giorni scorsi, all’improvviso e senza alcuna motivazione, ha ripreso a comportarsi con violenza. In Commissariato hanno scoperto che bere, giocare e sperperare tutto quello che guadagnava era la principale occupazione dell’uomo, che quando rientrava a casa ubriaco sfogava tutta la sua violenza sulla poveretta. Lei, disperata, è tornata dalla Polizia. Qui è stata ascoltata e compresa di nuovo dai poliziotti che hanno raccolto una nuova denuncia segnalando il marito all’Autorità giudiziaria per maltrattamenti in famiglia. In una nota si legge che «l’assistenza in questo tipo di vicende da parte della Polizia di Stato si va ad inserire in un più ampio contesto che vede da tempo la Questura di Frosinone impegnata in prima linea sul fronte del contrasto a quei reati che hanno come vittime in particolare le donne. Infatti, a novembre 2011, il Questore di Frosinone Dott. Giuseppe De Matteis ha sottoscritto un protocollo d’intesa con il Telefono Rosa finalizzato a promuovere una più efficace collaborazione tra l’ente assistenziale e la Polizia di Stato nel contrasto ad ogni tipo di violenza rivolta alle donne ».”

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MAMA h24

MAMA H24 è il servizio di assistenza familiare che ha come obiettivo quello di migliorare la qualità della vita di persone non più autosufficienti e delle loro famiglie, offrendo loro un supporto adeguato, qualificato e affidabile.

MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida dal 26 Novembre al 02 Dicembre 2020 in tutti i punti vendita della catena.

Farmacia Tari Capone

Ad Isola del Liri presso la Farmacia Tari Capone (in Corso Roma n. 13), solo su appuntamento telefonico: 0776-809232.

Lattoferrina Covid

Lattoferrina e Covid: serve o non serve per prevenire il Coronavirus? Facciamo chiarezza

Lattoferrina Covid: chissà quante persone nelle ultime settimane hanno digitato queste due parole su Google per capire qualcosa in più ...

saturimetro

Saturimetro: perché è utile averlo in casa?

Saturimetro: cos'è, a cosa serve, come si usa e come si legge.

Apple iPhone 12

Apple iPhone 12 già a prezzo scontato su Amazon

Apple iPhone 12 è uno degli smartphone iOS più avanzati e completi che ci siano in circolazione.

PlayStation 5

PlayStation 5: vista e sparita in quattro e quattro otto. Mistero della fede...

Davvero incredibile ciò che è accaduto qualche giorno fa. Sono tantissimi quelli rimasti con un enorme punto interrogativo sopra i capelli.