4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.386 VOLTE

A Sora siamo 27 mila ed abbiamo case per almeno 50 mila persone. Chi ci mettiamo dentro, i fantasmi?

Spesso siamo soliti affermare che il grande problema di Sora siamo proprio noi Sorani: ci definiamo soggetti arroganti, ignoranti, rissosi e soprattutto propensi al tradimento. Da qui la mancanza di peso politico, le opere iniziate e mai terminate, il “magna-magna”, la compravendita di voti a vantaggio di politici forestieri, e tante altre disfunzioni che violentano la città e ne pregiudicano sistematicamente il futuro.

C’è un però. Moltissimi Comuni d’Italia presentano gli stessi problemi di Sora e sono abitati da persone pressappoco simili ai Sorani: per riscontrarlo nitidamente bisogna semplicemente leggere e giudicare le cose dimenticando che “l’erba del vicino è sempre più bella”, ossia in modo oggettivo. Qualcuno è certamente più bravo, efficiente ed onesto di noi. Ma non dobbiamo credere che il gap sia così incolmabile, perché il Paese delle Meraviglie non esiste.

In realtà il grande problema di Sora è una banale questione numerica, dalla quale poi nascono tutte le lamentele ed i piagnistei sui Sorani e sulla triste subordinazione politica ed economica della città. Siamo pochi e tra l’altro sempre più vecchi: questo è il problema. La colpa è anzitutto di chi scrive, che è arrivato a 37 anni ancora senza pargoli. Essendo pochi, non possiamo pretendere quello che altri invece hanno, ossia strade, scuole ferrovie, reparti ospedalieri, macchinari, servizi generali e quant’altro. La crescita demografica è alla base di ogni processo di sviluppo, c’è poco da fare.

A Sora, tanto per fare un esempio, abbiamo un patrimonio edilizio non utilizzato da spavento. Siamo 27mila e abbiamo case almeno per 50 mila persone, forse molte di più. Ci sono attualmente centinaia di appartamenti sfitti o addirittura mai abitati: chi ci mettiamo dentro? I fantasmi? Per contare di più, dobbiamo diventare di più. Per far crescere l’economia dobbiamo crescere numericamente. Occorre pertanto che il Comune metta in atto forti politiche di sostegno alle famiglie numerose ed incentivi per la crescita demografica di Sora.

Lorenzo Mascolo – Sora24

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu