6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 394 VOLTE

Al Sora il triangolare di Sessa Aurunca

Il Sora si aggiudica il primo memorial “Adelio D’Arcangelo” svoltosi a Sessa Aurunca e che ha visto la partecipazione, oltre che dei bianconeri sorani, anche delle formazioni di Formia e Marcianise, entrambi militanti nei rispettivi campionati regionali di eccellenza. Si è trattato sicuramente di un buon test per Pasquale Luiso che ha avuto modo di verificare lo stato di forma dell’ultimo arrivato Bianchi (foto), lo scorso anno colonna difensiva dell’Aprilia e che domenica scorsa era indisponibile per la gara di coppa Italia, oltre che di Ugo Pica, prolifico attaccante proveniente dal Real Rimini e autore nelle ultime tre stagioni in serie D di oltre 40 reti. Nei prossimi giorni sapremo se tra la società volsca e l’attaccante nativo di Brindisi si troverà l’accordo per il tesseramento.

Il caldo la fa da padrone e i ritmi sono inevitabilmente lenti. La prima gara tra Formia e Marcianise si chiude sullo zero a zero con i campani che passano ai rigori.

La seconda gara vedeprotagonisti i ragazzi di Luiso che scendono in campo contro i biancoazzurri formiani con la seguente formazione: Robustelli, Berardi Lisi Bianchi Covetti, Magaddino Errico Molinaro Scarpato, Pica Simeoli. Finisce anche questa gara zero a zero con la lotteria dei rigori che stavolta premia i formiani.

Nell’ultima gara il Sora affronta il Marcianise praticamente con la stessa formazione del primo incontro con i soli innesti di De robertis al posto di Robustelli tra i pali e in campo di Bellucci al posto di Covetti e di  Franchini al posto di Errico. Al ventesimo girandola di sostituzioni con l’ingresso in campo di Scuoch, Notari, Simoncelli e Reppucci con quest’ultimo che andava in rete alla mezz’ora con un bel colpo di testa dopo una ubriacante azione di Simeoli sulla sinistra. Il Marcinise però al 36° pareggia i conti con Portone. Si va anche stavolta ai rigori che premiano la bravura di De Robertis che neutralizza ben due penalty. Per il Sora il solo errore di Magaddino.

Vittoria dunque del torneo ma quello che era importante era verificare la condizione atletica e l’applicazione degli schemi e da questo punto di vista Luiso può dirsi pienamente soddisfatto. L’esordio in campionato si avvicina e la società stà sondando costantemente il mercato alla ricerca di elementi validi. Da domani si torna a sudare al Tomei e forse da domenica la squadra potrebbe andare in ritiro in una località collinare fino alla vigilia dell’esordio in campionato previsto ad Anzio il 4 settembre.

Alessandro Pisani

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu