1’ di lettura

ALMANACCO SORANO – 2 Novembre 1980: inaugurazione Ponte “Cavalieri di Vittorio Veneto”

Il ponte che collega le piazze Giacomo Venditti (Arco di San Rocco) e Alcide De Gasperi (Società Operaia) compie oggi 40 anni.

«Il ponte che collega Piazza Giacomo Venditti con la zona di Cicerone è stato solennemente inaugurato domenica 2 Novembre, in occasione della Festa della Vittoria. Il Vescovo S.E. Mons. Minchiatti dà la benedizione e il comm. Pasqualino La Pietra, presidente dei Cavalieri di Vittorio Veneto taglia il nastro. D’ora in poi il nome del ponte è “Cavalieri di Vittorio Veneto”».

Così Vita Sorana, nel Novembre 1980, commentò l’inaugurazione del nuovo ponte. La foto è tratta proprio dallo storico mensile cittadino, frutto del lavoro di un magnifico gruppo: Don Domenico Del Vecchio (Direttore), Gino Dell’Unto (Responsabile), Giovanni Magnone e Gioberto De Gregoris (Redattori), Marco e Peppino Barone (Fotoreporters).

CHI SONO I CAVALIERI DI VITTORIO VENETO

«L’Ordine di Vittorio Veneto – si legge su quirinale.it – è stato istituito con Legge 18 marzo 1968, n. 263, (abrogata dal Decreto Legislativo del 15 marzo 2010, n. 66), per “esprimere la gratitudine della Nazione” a quanti, avendo combattuto per almeno sei mesi durante la prima guerra mondiale o precedenti conflitti, avessero conseguito la croce al merito di guerra. Capo dell’Ordine, comprendente una sola classe di Cavalieri, è il Presidente della Repubblica; un Generale di Corpo d’Armata ne presiede il Consiglio, che provvede al vaglio delle domande avanzate dagli interessati. All’onorificenza, concessa con Decreto del Capo dello Stato su proposta del Ministro della Difesa, corrisponde un esiguo assegno annuo, in favore di quei decorati che non godano di un reddito superiore al minimo imponibile». Dal 2008 non vi sono più persone viventi insignite o insignibili dell’onoreficenza, che, tuttavia, non è stata ancora abrogata.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti