venerdì 11 maggio 2012

Amministrative 2012. Noi contromano rispetto l’Italia…(di Sacha Sirolli)

Scusate il colpevole ritardo ma vi devo dire una cosa sui risultati del primo turno delle amministrative 2012 e la discrasia tra i risultati locali e nazionali…

“Cresce la protesta, crollano Pdl e Lega”, il titolo de Il Messaggero martedì 6 maggio, il giorno dopo i risultati. Poi ancora: “Affluenza in calo e boom dei grillini. Il Pd: più forti”. aggiungeva sotto il titolo riepilogando le principali sfide nei capoluoghi del Bel Paese, da Genova a Verona, da Palermo a Parma.

Ebbene, in assoluta controtendenza, a Frosinone e Ceccano è stato tutto il contrario. I grillini non si sono visti, non pervenuti. Il Pdl ha fatto il boom con Ottaviani nel capoluogo e Ruspandini nella rossa Ceccano, il Pd è uscito ridimensionato (vedi Marini che a Frosinone è andato al ballottaggio per il rotto della cuffia e Cerroni out a Ceccano) e l’affluenza è stata tutto sommato normale. Insomma l’esatto contrario del dato nazionale! E se si fosse votato a Sora un’altra volta, sono sicuro, sarebbe finita come a Frosinone e Ceccano. Io ho una personalissima idea del perchè. Perchè questa, amici miei, è una provincia conservatrice ancora abituata, anzi, affezionata alla vecchia cara politica. Qui Grillo – che preoccupa Napolitano e i maggiorenti dei partiti nazionali – è un marziano che non spaventa nessuno. Qui i voti dello scontento sono ancora intercettati dal politico (di centro destra o di centro sinistra) che ti fa (o ti promette) il piacere. Qui, dove la gente è moderata e gli anziani votano alla croce, l’antipolitica non attecchisce. Quindi quando Berlusconi il 6 maggio su Il Messaggero ha dichiarato dalla Russia: “Meglio del previsto”,  forse il Cavaliere da Mosca è stato frainteso dai cronisti. Forse parlava di Frosinone…

Il direttore di Sora24 – SACHA SIROLLI

Commenti

wpDiscuz
Menu