«Amministrazione De Donatis: dalle parole… alle parole». L’affondo di Farina e Pintori

I due consiglieri hanno richiesto l'esecuzione di un sopralluogo presso un impianto sportivo della città.

«Il programma elettorale del Sindaco De Donatis conteneva tante belle parole. A distanza di tempo è sufficiente rileggere il suo programma elettorale per rendersi conto che non si è passati dalle parole ai fatti. Il punto 1.8 del programma si intitolava “Trasparenza Aministrativa” e conteneva un’enunciazione molto forte: “mai più il diritto come favore”, mentre nel punto 1.9 che si intitolava “Lo Sport è di tutti” era contenuta la seguente frase: “Lo sport a Sora …..deve rappresentare un diritto per tutti…”.

In teoria alle parole sarebbero dovuti seguire i fatti. La realtà, invece, è ben diversa.
Lo scorso mese di luglio i Consiglieri Comunali Pintori e Farina chiesero la Convocazione della Commissione “Cultura e Sport” per eseguire un sopralluogo su un impianto sportivo cittadino e audire in Commissione il Concessionario della struttura sportiva ed il Dirigente comunale competente per settore.

Purtroppo, nonostante l’obbligo inderogabile di convocare la Commissione – entro dieci giorni dalla richiesta – non si è ricevuta nessuna risposta ed i Consiglieri sono stati costretti a presentare un esposto alla Prefettura che, con lettera del 14 agosto u.s., ha chiesto al Comune di voler fornire degli elementi di valutazione. Nonostante lo sport debba rappresentare un diritto per tutti (come scritto nel programma elettorale di De Donatis), questo è quello che succede quando due Consiglieri di opposizione chiedono di riunire la Commissione Sport e fare un sopralluogo su un impianto sportivo.

Ma non è tutto. Recentemente i Consiglieri Farina e Pintori sono stati costretti ad inviare al Comune una diffida per sollecitare una risposta ad una semplice richiesta di accesso agli atti in merito al medesimo impianto sportivo. Forse con tale comportamento l’Amministrazione De Donatis ha voluto dare attuazione alla frase “mai più il diritto come favore”?

Non si comprende il perché di simili comportamenti da parte dell’Amministrazione, ma si è certi che i cittadini si saranno fatti un’opinione al riguardo. È strano che vi sia così poca trasparenza proprio da parte dell’Amministrazione De Donatis considerando che il Sindaco in campagna elettorale, insieme ad altri membri dell’attuale maggioranza, a proposito della gestione degli impianti sportivi dichiarò: “(…) è ora di fare chiarezza per capire se ciò che è di pubblico interesse sia diventato invece business privato, (…) È ora di scacciare i mercanti dal tempio della cosa pubblica”. Allora De Donatis stava in opposizione oggi, invece, amministra la città ma quelle dichiarazioni sono rimaste lettera morta».

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.