Angela Mancini: «La pioggia di euro sulla Ciociaria non colpisce Isola del Liri»

In un quadro già negativo abbiamo perso dei fondi importantissimi per far arrivare turismo e sviluppo in città.

«Purtroppo, ancora una volta, il comune perde finanziamenti per la Cultura. Com’è avvenuto già tempo addietro, si ripropone la perdita di finanziamenti per manifestazioni fisse, strutturali e ricorrenti, finanziate dalla Regione Lazio. A giovare dei suddetti fondi, ben 30 eventi su 61 solo in provincia ddi Frosinone come ad esempio, il Gonfalone di Arpino al quale è stato assegnato un contributo di 25 mila euro ed altre manifestazioni importanti come l’Atina Jazz Festival o addirittura la Sagra della “Ciammella” di Veroli. Ma l’ Amministrazione della nostra città continua a rimanere tagliata fuori. Infatti vengono annoverati tra le manifestazioni che saranno finanziatei festeggiamenti patronali in onore del SS. Crocefisso, per i quali dobbiamo ringraziare esclusivamente il comitato organizzatore, che ogni anno si adopera per portare nella nostra città , artisti di spessore. Non sarà finanziato il Liri Blues Festival. La manifestazione trentennale, pur essendo un Festival di spessore Internazionale, è stata esiliata dall’amministrazione e dall’assessore alla Cultura fuori dai confini comunali per motivi meramente personalistici e non ha ricevuto alcun tipo di finanziamento.

Tutto ciò è inaccettabile, in un quadro già negativo abbiamo perso dei fondi importantissimi per far arrivare turismo e sviluppo in città. Se si pensa, infatti, che l’amministrazione guidata dal sindaco Quadrini in circa quindici anni ha accumulato ben oltre 10 milioni di euro di debiti (più di venti miliardi delle vecchie Lire), non offrendo adeguati servizi e stangando i cittadini, vendendo i gioielli di famiglia che derivavano dalla riconversione delle aziende dismesse e gettando nel dimenticatoio siti importantissimi, come quelli della Lefebvre o della Boimond ,che testimoniano il grande sviluppo industriale che ha avuto la nostra città e che sicuramente porterebbero ad Isola del Liri tantissime persone come ho dimostrato organizzando il week end del Fai, quei soldi avrebbero rappresentato una boccata d’ossigeno per le casse dell’ente.

Bisogna voltare pagina e tornare ad essere il salotto buono della Ciociaria, superando gli interessi dei singoli a favore dell’intera comunità, bisogna tornare ad essere la città della Musica, della Cultura, del vivere e dello stare bene insieme. Isola del Liri ha tutte le potenzialità per esserlo, come lo è già stata in passato. Senza voler togliere nulla ai nostri vicini, credo che l’esperienza fatta in oltre trent’anni dal nostro comune abbia indicato anche agli altri enti della provincia la strada giusta per fare spettacolo e cultura. Il Blues&Jazz Festival, invece, proposto dall’Assessore ha purtroppo registrato l’ennesima bocciatura non ricevendo alcun tipo di considerazione».

Angela Mancini – Consigliere Comunale “Progetto Comune”

SPONSOR

Vi aspettiamo presso la sede del Gruppo Jolly Automobili, S.S. dei Monti Lepini km 6,600, a pochi metri dal casello autostradale di Frosinone.