13 novembre 2017 redazione@sora24.it
LETTO 612 VOLTE

ARPINO – 12° Memorial “Nino Zaccardelli”: ieri la premiazione presso il Circolo Bocciofilo “Colle lo Zoppo”

L'evento sportivo è stato evento patrocinato e sostenuto dalla XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce.

Si è svolta ieri ad Arpino presso l’ASD Circolo Bocciofilo “Colle lo Zoppo”, la Premiazione della Gara Nazionale Bocce nella ricorrenza del 12°Memorial “Nino Zaccardelli”, evento patrocinato e sostenuto dalla XV Comunità Montana Valle del Liri di Arce.

“Grande la partecipazione per un’occasione importante che elogia e valorizza il territorio al cospetto di un pubblico nazionale -ha dichiarato il presidente dell’ente montano, ing. Gianluca Quadrini, da sempre attento alla promozione di eventi sportivi di alto profilo come questi che fanno apprezzare anche fuori regione la nostra terra-. Queste manifestazioni tramite la loro percezione sociale, rappresentano il primo anello di collegamento fra sport e integrazione e costituiscono veri e propri centri propulsori non solo di spirito agonistico, ma anche di ben altri valori, come la valorizzazione del proprio territorio, l’orgoglio della propria storia e di appartenenza alla propria comunità.

Per questi buoni motivi è importante sostenerle costantemente”. “Realtà e territori, persone e sport, confronto intergenerazionale, integrazione: sul piatto non manca proprio niente forse perché quello delle bocce è uno sport che non si limita solo al benessere fisico ma punta a qualcosa di più. E’ questa la grande sfida che lo sport moderno deve affrontare, quello di unire al benessere fisico anche integrazione, socializzazione, coesione. E le bocce, in questo, potrebbero insegnare a tanti altri sport, anche perché è l’unico trasversale a tutte le stagioni della vita, quindi determinante per la salute dell’individuo e per la sua socializzazione. Un plauso al presidente provinciale FIB Mauro Iafrate, al presidente del Circolo Bocciofilo Tonino Rea, a Cristian Zaccardelli figlio del caro amico Nino Zaccardelli, grande amante di questo meraviglioso sport al quale va il nostro indimenticabile ricordo”.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu