Arpino candidata a Capitale Italiana della Cultura per il 2022: una magnifica notizia

Il prossimo 12 Ottobre saranno comunicati i dieci progetti finalisti.

«La Città di Arpino è ufficialmente candidata a Capitale Italiana della Cultura per il 2022!». Questa magnifica notizia è apparsa ieri pomeriggio sul profilo social di Valentina Polsinelli, Assessore alle attività produttive nell’amministrazione guidata da Renato Rea. Saranno in totale 44 le città italiane che si contenderanno il prestigioso titolo. Tra esse ci sono: Modica, Volterra, Ancona e tanti altri importanti centri.

La Giuria esaminerà le candidature regolarmente pervenute e, a seguire, entro il 12 ottobre 2020, selezionerà i 10 progetti finalisti. Infine, entro il 12 novembre 2020, la Giuria stessa comunicherà al Mibact, Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, la candidatura del Comune, della Città metropolitana o dell’Unione di Comuni ritenuta più idonea a essere insignita del titolo di “Capitale italiana della cultura” per l’anno 2022.

L’attesa, pertanto, sarà pari inizialmente a due mesi e mezzo, sperando di “superare il primo turno”. In ogni caso, quello ottenuto ieri è già un primo importante risultato per una terra che, culturalmente parlando, è sempre stata molto prolifica, e che oggi può tornare alla ribalta grazie al luogo che diede i natali all’uomo, forse, più famoso dell’antica Roma insieme a Giulio Cesare: Marco Tullio Cicerone.

Milioni di persone hanno letto o tradotto un suo scritto, ma anche coloro che non lo hanno “praticato” nel proprio percorso di studi sanno comunque chi è stato. Anche Sora deve esultare per questa grande possibilità, avendo l’onore di poter ospitare, oggi, nel proprio comune, i resti della villa in cui, secondo gli storici, il grande oratore è nato, il 3 Gennaio del 106 a.C..

Sono tanti coloro che hanno deciso di unirsi per provare a realizzare il sogno, sostenendo Arpino Capitale della Cultura 2022: associazioni, comitati, professionisti, cittadini e istituzioni hanno offerto numerosi contributi che sono stati inseriti nel dossier “Arpino Civitas Mundi“, sottoposto all’attenzione del Mibact con esito positivo.

«Il consigliere comunale Niccolò Casinelli ed il Sindaco Renato Rea hanno creduto all’ambizioso progetto», ha sottolineato l’Assessore Polsinelli: un’altra testimonianza lampante di come lavoro di squadra e l’incoraggiarsi a vicenda diano sempre buoni frutti. Ora non resta che attendere il giorno della “scoperta dell’America”, sperando di entrare nella top ten e prolungare questo magnifico sogno. Forza Arpino.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
NECROLOGI

Ci ha lasciato Mons. Lorenzo Chiarinelli

Fu Vescovo di Sora Aquino Pontecorvo dal 1983 al 1993.

CRONACA

Sora, 1983: il messaggio del compianto Vescovo Chiarinelli ai giovani, ancora attualissimo dopo ben 37 anni

Vescovo di Sora fino al 1993, ci ha lasciato ieri all'età di 85 anni.