ARPINO – Concorso Cicero XX-XX sul tema «Ancora Cicerone. Oggi». Ecco come partecipare

Il concorso è rivolto a tre categorie di partecipanti provenienti da tutto il mondo.

Il progetto nasce con l’intento di dar seguito alla quarantennale esperienza ciceroniana portata avanti dalla Città di Arpino e dal Centro Studi Umanistici “Marco Tullio Cicerone” con il Certamen Ciceronianum Arpinas. La Città di Arpino, costretta dall’emergenza sanitaria a rinunciare alla consueta presenza dei latinisti di tutto il mondo, intende celebrare comunque il suo più illustre cittadino.

Il commento del Sindaco, Renato Rea: “Stiamo gettando le basi della ripartenza senza lasciare indietro nessun settore, consapevoli che il ritorno alla normalità non si compirà dall’oggi al domani, ma richiederà lungimiranza, programmazione e lavoro di squadra. Cicero XX-XX è la sintesi di questi tre elementi; auspichiamo una bella risposta dei destinatari, anche grazie a diverse partenership che annunceremo nei prossimi giorni”.
L’iniziativa vuole rappresentare una occasione ulteriore di esaltazione dei temi e delle virtù ciceroniane, conservando i due momenti centrali del Certamen Ciceronianum Arpinas: quello competitivo che consenta ai partecipanti di misurarsi con Marco Tullio Cicerone e quello socio-culturale, che elevi l’iniziativa a luogo ideale di integrazione e confronto.

“Sentiamo il dovere morale e politico – ha chiarito il delegato alla Cultura, Niccolò Casinelli – di omaggiare Cicerone anche nell’anno più buoi della storia contemporanea e di proiettare comunque Arpino sulla comunità internazionale, favorendo la diffusione di buone pratiche culturali in grado di generare indotto per la Città di Arpino e per tutto il Comprensorio. Voglio ringraziare il Sindaco Rea per la fiducia accordata al progetto e il Consigliere Andrea Chietini che ha contribuito alla sua ideazione”.

Il concorso Cicero XX-XX è rivolto a tre diverse categorie di partecipanti provenienti da tutto il mondo, i discipuli (studenti dell’ultimo anno di qualunque scuola superiore il cui piano formativo comprenda lo studio del latino), gli studentes (studenti universitari), i magistri (docenti di scuola superiore, dottorandi, altri laureati) e consiste nella elaborazione di un saggio che rifletta sulla persistente attualità del pensiero ciceroniano e affronti il tema «Ancora Cicerone. Oggi». Il Regolamento e i relativi allegati sono disponibili anche in inglese sui siti web www.comune.arpino.fr.it e www.certamenciceronianum.it; la scadenza per la presentazione degli elaborati è prevista per il prossimo 21 settembre 2020.

“Il concorso Cicero XX-XX – dichiara Valentina Polsinelli, assessore al Turismo del Comune di Arpino – se da un lato offre lo spunto per ripensare forme e modelli di eventi e spettacoli dal vivo, dall’altro risponde alla domanda di turismo culturale con un’iniziativa in grado di stimolare l’offerta culturale arpinate che l’Amministrazione comunale incentiva con politiche congiunte in materia di turismo e cultura”.

La Città di Arpino intende omaggiare i vincitori nell’ambito di un evento in presenza da tenersi ad Arpino nell’ambito del progetto “Borgo Futuro, con la consegna di un volume contenente gli elaborati selezionati e col riconoscimento di n. 9 menzioni onorevoli (3 per ognuna delle categorie). La Commissione selezionerà i 30 saggi destinati alla ad una pubblicazione che conterrà anche gli interventi delle personalità scientifiche e culturali protagoniste della giornata di studio introduttiva alla premiazione, occasione in cui parleranno anche i primi tre vincitori di ogni categoria. In caso di persistenza delle restrizioni, non può escludersi che l’iniziativa in presenza si collochi nell’ambito della XL edizione del Certamen Ciceronianum Arpinas, nel maggio 2021.