1’ di lettura

ARPINO – Coronavirus: il punto della situazione. Rea “rassicura” la cittadinanza

Le dichiarazioni divulgate dal Sindaco attraverso il suo profilo social.

«Desidero rassicurare la cittadinanza che sono in continuo contatto con le autorità sanitarie e scolastiche per monitorare la situazione in merito ai contagi covid. Come spiegato nel mio precedente post, il problema principale è rappresentato dal fatto che le comunicazioni della Asl sui nominativi di persone risultate positive non sono aggiornate in tempo reale, perché non tengono conto di tutte le positività che provengono da test effettuati presso drive-in o strutture sanitarie accreditate e che vengono poi comunicate a distanza di qualche giorno. E nom è un problema che riguarda solo la nostra Città.

L’esempio evidente è di oggi: nessun nuovo caso mi è stato tuttora comunicato dalla Asl, anche se personalmente sono a conoscenza di tre casi che mi sono stati segnalati dai diretti interessati per aver effettuato tamponi presso strutture private. È evidente che va potenziato il servizio della Asl, attesa la crescita esponenziale dei tamponi, come da me sollecitato alla Direzione Generale della Asl. Per quanto concerne la problematica nelle scuole, ed in particolare nel plesso di Pagnanelli (scuola infanzia) è opportuno chiarire quali sono le procedure da seguire secondo i protocolli in vigore ed emanati d’intesa fra il Ministero della Salute e quello dell’Istruzione, sentiti altri enti.

In presenza di casi di positività spetta alla Asl occuparsi dell’indagine epidemiologica volta ad espletare tutte le attività di ricerca e gestione dei contatti, per poi procedere eventualmente alla messa in quarantena di alunni e personale scolastico. Per agevolare le attività di contatto delle persone che hanno frequentato il soggetto positivo, il referente scolastico dovrà fornire l’elenco degli studenti e degli insegnanti ed espletare altre attività previste nel rapporto interministeriale.

In questa fase prima quindi interagiscono autorità sanitaria ed autorità scolastica per individuare i soggetti da monitorare ed isolare.E mi risulta che la asl, o direttamente o tramite il referente scolatico, abbia allertato i genitori degli alunni per poi procedere alle ulteriori attività di sua competenza. Il Sindaco, quale autorità locale, interviene a seguito di sollecitazione da parte della Asl anche in ordine alla eventuale chiusura della scuola.
Fin qui la normativa in vigore.

Volendo andare oltre questi dettami normativi ed a volte molto burocratici, anche per i ritardi riscontrati e di cui ho parlato prima, mi sono comunque attivato a seguito della segnalazione ricevuta dal Dirigente Scolastico di una seconda positività nel plesso. Sono in contatto con la Asl per assumere tutte le determinazioni che si riterranno necessarie in ordine alla tutela degli alunni e degli operatori scolastici ed alla salubrità dei locali».

È quanto ha dichiarato il Sindaco di Arpino, , attraverso il proprio profilo Facebook.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Notizie del giorno