1’ di lettura

Arrestato il presunto assassino di Melissa Bassi? Buttate via la chiave! (di Sacha Sirolli)

Su facebook leggo che secondo Telenorba sarebbe stato arrestato in queste ore il presunto assassino di Melissa Bassi, la 16enne studentessa dell’Istituto turistico Morvillo-Falcone originaria di Mesagne, vittima della strage di Brindisi.

Gli inquirenti stanno verificando l’alibi dell’uomo. Il procuratore della Dda di Lecce, dottor Motta afferma che non sia stato trovato nessun sospettato ma, altre fonti riferiscono che, in questo momento, l’uomo ripreso dalle telecamere al momento dell’attentato si trova, insieme al fratello, in questura sotto interrogatorio.

Il popolo del web si è precipitato a commentare la notizia. C’è chi invoca la pena di morte come Riccardo Alviani, nostro attento lettore. Pensiero condivisibile se per un attimo ci si mette nei panni dei genitori di Melissa…C’è poi chi ci va giù duro ancora di più di Riccardo. E’ il caso di Tiziana Titti Tuzi che conclude il suo post con un pensiero molto bello: “Ciao Melissa sei un dolce e profumato angelo che brilli nell’infinito cieloooo…..ti ricorderemo sempreeeee ♥”. Ma il commento che mi ha convinto di più è quello del mio amico Roberto Di Ruscio, presidente del Pd a Sora: “Buttate la chiaveeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee in fondo al mare”. Quanto hai ragione fratello….

Il direttore responsabile di Sora24 – SACHA SIROLLI

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Amazon

Con Amazon Prime, ricevi spedizioni illimitate in 1 giorno su 2 milioni di prodotti e in 2-3 giorni su molti altri milioni.

saturimetro

Saturimetro: perché è utile averlo in casa?

Saturimetro: cos'è, a cosa serve, come si usa e come si legge.

Apple iPhone 12

Apple iPhone 12 già a prezzo scontato su Amazon

Apple iPhone 12 è uno degli smartphone iOS più avanzati e completi che ci siano in circolazione.

PlayStation 5

PlayStation 5: vista e sparita in quattro e quattro otto. Mistero della fede...

Davvero incredibile ciò che è accaduto qualche giorno fa. Sono tantissimi quelli rimasti con un enorme punto interrogativo sopra i capelli.