6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 2.718 VOLTE

ASL: Dal 23 Gennaio al via lo Screening mammografico negli Ospedali di Alatri, Cassino, Frosinone e Sora, poi Anagni

Un nuovo modello organizzativo, un nuovo “Programma di Screening Mammografico”, un Comitato Interdisciplinare aziendale per i programmi di Screening. E così che l’ASL di Frosinone, con proprie risorse e propri professionisti, investe e si appresta a combattere ancora più intensamente l’insorgenza della malattia tumorale e per individuarla in una fase molto precoce.

Una struttura organizzativa complessa e qualificata in cui  ostetrici, oncologi, radiologi e tecnici di radiologia, chirurghi, igienisti, epidemiologi, gastroenterologi, anatomopatologi, medici di famiglia, etc., grazie alla forte integrazione tra le Aree di prevenzione, diagnosi e trattamento daranno maggiore impulso alla realizzazione di screening, con percorsi coordinati, diagnostici e terapeutici, anche in funzione della continuità assistenziale.

Il tutto per assicurare risposte più adeguate alle aspettative degli utenti.

Il 23 gennaio si parte con lo Screening Mammografico rivolto alle donne nella fascia di età 50-69 anni.

L’invito giunge a casa con lettera ASL – Centro Coordinamento Programmi di Screening (Responsabile Dr. Luciano Martufi), N. VERDE 800003422 per qualsiasi informazione, in cui è indicata data e ora per effettuare la mammografia ed il  Centro di Radiologia di 1° livello (per Polo ospedaliero di riferimento in base alla residenza) dove le pazienti possono recarsi. Si parte con gli Ospedali di Alatri, Cassino, Frosinone e Sora ma a breve sarà inserito anche il nosocomio di Anagni. La mammografia ed i successivi accertamenti che dovessero rendersi  necessari sono completamente gratuiti, non occorre impegnativa, non si pagano tickets. Basta seguire le indicazioni  contenute nella lettera–invito perché èla ASLche fa “la presa in carico della donna”.

I mammografi sono allocati nelle U.O. di Radiologia degli  Ospedali sede dei Centri di 1° livello (Alatri, Cassino, Frosinone e Sora), hanno tecnologia digitale che consente maggiore qualità e chiarezza di lettura nonché risposte su dischetto (sono eliminati i costi delle pellicole radiografiche).

Vi è un unico Centro di Lettura aziendale presso l’Ospedale di Alatri (Responsabile Dr. Maurizio Noce) dove due  radiologi in “doppio cieco”, cioè ognuno per proprio conto e separatamente per maggiore sicurezza nelle risposte – provvedono alla lettura di tutte le mammografie. Se dopo la prima mammografia è tutto a posto la donna, dopo due anni, sarà nuovamente invitata altrimenti – se vi è necessità di un approfondimento – viene inviata al Centro di 2° livello (U.O. di radiologia Ospedale di Alatri, Responsabile Dr. Maurizio Noce), che farà una nuova visita ed eventualmente: ecografia, una nuova mammografia con ulteriori proiezioni, ago aspirato e biopsia. Se tutto ciò risulta nella norma la paziente sarà richiamata  successivamente per controlli altrimenti viene inviata al Centro di 3° livello (Ospedale di Sora S.C. di Chirurgia) dove un’equipe multidisciplinare le assicurerà l’intero percorso terapeutico e riabilitativo.

Si ripete che l’intero programma di screening dalla mammografia  alle eventuali ulteriori attività diagnostiche e terapeutiche  è completamente gratuito.

<<Il target annuale previsto è imponente – fa notare il Direttore Generale Carlo Mirabella – e vuole assicurare il rispetto dei Livelli Essenziali di Assistenza per gli screening oncologici, la riduzione delle liste di attesa per le mammografie cliniche e l’implementazione delle attività di prevenzione. Contiamo, infatti, con questa forte programmazione di invitare  circa 30.000 donne l’anno e, se tutte risponderanno all’invito (come auspichiamo), ogni Centro di Radiologia di 1° livello  (Alatri, Cassino, Frosinone e Sora) potrà effettuare fino a circa 7.500 mammografie all’anno.  Tutto ciò con  risorse economiche e professionali proprie della nostra ASL>>.

L’ Ufficio Stampa Azienda Usl di Frosinone

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu