5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 344 VOLTE

Associazione dei consumatori “Cento Giovani”: L’Autorità Garante approva il nuovo metodo tariffario e la direttiva sulla trasparenza delle bollette del servizio idrico

L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha approvato – spiega la Dott.ssa Serena Petricca dell’Associazione Cento Giovani  sede provinciale di Frosinone –  il metodo transitorio per la determinazione delle tariffe del servizio idrico integrato negli anni 2012-2013, avviando un’istruttoria conoscitiva per verificare alcuni comportamenti dei Gestori, potenzialmente non conformi alla normativa vigente e lesivi dei diritti degli utenti ed ha approvato la prima Direttiva per la trasparenza dei documenti di fatturazione.

Tra questi il ”metodo transitorio per la determinazione delle tariffe’‘ per l’anno 2013, e la prima direttiva ”per la trasparenza dei documenti di fatturazione”, che consenta di favorire gli investimenti.

Riassumiamo le principali delibere approvate, con obiettivo, a seconda di quanto dichiarato dall’Autorità per l’Energia,di rendere il quadro normativo più trasparente, certo e stabile, garantendo l’equità e protezione degli interessi degli utenti, creando in questo modo le condizioni per favorire gli investimenti nel settore idrico, che ne ha urgente necessità per perseguire gli obiettivi di qualita’ del servizio e di tutela ambientale richiesti dalla normativa nazionale e comunitaria.

METODO TARIFFARIO TRANSITORIO:

Fornisce i criteri che saranno adottati a livello nazionale per determinare le tariffe acqua 2013 del servizio idrico integrato, compresi i servizi di captazione a usi multipli e di depurazione a uso industriale e civile.

Il metodo proposto anticipa le linee generali di quello definitivo, previsto a partire dal 2014. La nuova metodologia che non determina le tariffe, ma definisce i criteri per la loro quantificazione, prevede che, nella fase transitoria, sia mantenuta un’articolazione tariffaria per gestore/ambito tariffario analoga alla preesistente.

Inoltre che gli Enti d’ambito preposti abbiano tempo fino alla fine di marzo per sottoporre ad approvazione dell’Autorità le nuove proposte tariffarie in ambito di propria competenza.

Per salvaguardare dall’impatto gli utenti finali, viene introdotto, per il biennio, un limite di variazione della tariffa.

Il costo degli investimenti sarà, riconosciuto solo quando le opere saranno realizzate e in funzione anche se è prevista la possibilità di riconoscere in tariffa una specifico importo per alimentare un fondo per il finanziamento degli investimenti stessi.

TRASPARENZA BOLLETTE ACQUA :

Viene introdotta nella direttiva la trasparenza dei documenti di fatturazione.Nasce l’obbligo per i gestori di mettere a disposizione degli utenti sul proprio sito la Carta dei Servizi e le informazioni sulla qualità dell’acqua fornita entro il 30 giugno del 2013. La normativa introduce con termine 01 Gen 2014, la pubblicazione di un Glossario, da poter consultare on line, con i termini più frequentemente utilizzati nel servizio idrico integrato. Inoltre propone di rendere più semplici e comprensibili le bollette dell’acqua anche per favorire una migliore conoscenza del servizio idrico integrato, un utilizzo più consapevole della risorsa e la riduzione dei reclami dovuti a carenze informative.

Dott.ssa Serena Petricca – Presidente Provinciale Associazione dei Consumatori Cento Giovani

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu