1’ di lettura

Associazione Sportiva Ciclisti Sorani: tra passato e futuro.

Si è svolta venerdi 7 ottobre presso la sala convegni dell’hotel Valentino di Sora la riunione di fine stagione dell’Associazione Sportiva Ciclisti Sorani. E’ stata l’occasione per fare il punto sulla stagione ciclistica 2011 che si avvia alla chiusura. Tanti gli eventi organizzati quest’anno. Si è iniziato con le mountain bike il 27 febbraio con il secondo Trofeo San Gabriele a cui ha fatto seguito il 13 marzo la prima edizione della Pesclum Bike (a Pescosolido); quindi la 24^ edizione de “La Ciociarissima”, la classica nazionale del 1° maggio; la presentazione della quinta tappa del Girobio 2011 (4 giugno) e a seguire la partenza della stessa, il 14 giugno, la Sora – Campo Imperatore. Infine il 18° Memorial Riccardo Porretta del 24 luglio scorso.

Tante cose fatte, tutte di grande successo, grazie all’alta competenza di questo team che da oltre vent’anni vive il ciclismo con passione autentica. La riunione è stata anche l’occasione per le elezioni del direttivo. Riconfermato il presidente, Giuseppe Chech; new entry di spessore per quanto riguarda la vice-presidenza, che è andata all’ex- ciclista Daniele Bruni; segreteria a Gianni Bruni mentre nuovo cassiere è Vincenzo Recchia affiancato, nel ruolo di revisore dei conti, dall’ex vice-presidente Romolo Romano.

Lunga la lista dei consiglieri: si va dai “padri fondatori” Salvatore, Luigi e Domenico Bruni, a Elio Ferri, Franco Parravano, Giancarlo Ferri, Lucio Parravano, Giuseppe Romano, Maurizio Geremia, Lucio Bruni, Massimo Vinci, Roberto Recchia.

La riunione è stata anche l’occasione per ascoltare le gesta “eroiche” della spedizione di alcuni soci dell’A.S. Ciclisti Sorani alla quindicesima edizione de “L’Eroica”, la manifestazione ciclistica non agonistica tenutasi a Gaiole in Chianti (Siena) il 2 ottobre scorso e organizzata da Giancarlo Brocci (il patron anche del Girobio, il Giro Ciclistico d’Italia under 27). “L’Eroica” è una sorta di rivisitazione storica del ciclismo del passato; i ciclisti vi partecipano con bici “vecchie” – alcune addirittura dei primissimi anni del 1900 – unitamente a un abbigliamento tipico del passato; le strade sono bianche “come era una volta”, non asfaltate, il paesaggio è quello collinare e affascinante del Chianti. In otto da Sora vi hanno preso parte: Bruno Capobianco, Luca Pio Massimo De Santis, Donato Di Ruscio, Gabriele Tatangelo, Alessandro Vinci, Massimo Vinci, Marco Viscogliosi, Pasqualino Volpone. Un elogio particolare all’eroico Marco Viscogliosi che alla sua prima esperienza ha partecipato alla variante più lunga, quella di 209 km, ottenendo il quarto miglior tempo (citiamo il dato senza alcuna rilevanza agonistica, visto che all’Eroica non si gareggia). Gli altri della spedizione hanno preso parte al percorso da 38 km. È stata anche un modo per promuovere la Ciociaria, visto che alcuni della spedizione hanno indossato le calzature tipiche della nostra terra, le ciocie, suscitando soprattutto l’attenzione e la curiosità dei tanti stranieri presenti.

Tra passato e futuro l’A.S. Ciclisti Sorani continua a pedalare…con le due ruote nel cuore.

Gianni Bruni

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

Benefici dello yoga per corpo e mente

I vantaggi dello yoga non sono solo la possibilità di piegare il tuo corpo come un pretzel.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...