48" di lettura

Azienda Faunistico-Venatoria “Monti Ernici”: ridotta l’area di caccia

Nuova delimitazione per l’Azienda Faunistico Venatoria “Monti Ernici”. Dopo l’incendio che nei mesi scorsi ha pesantemente danneggiato l’area, il Comune di Sora, nella persona del Consigliere Delegato alle Politiche della Caccia e della Pesca Antonio Farina, ha ritenuto opportuno ridurre le dimensioni dell’azienda.

Gli incendi che hanno colpito il versante della nostra montagna hanno causato danni ingentissimi alla flora ed alla fauna. Per questo, in occasione della riapertura della stagione venatoria, abbiamo deciso di ridurre l’AFV di 500 ettari, pari a circa 1/3 dell’area originaria – spiega il Consigliere Farina – Si è trattato di un provvedimento obbligato in quanto la legge ci imponeva per dieci anni la chiusura di una porzione di almeno 200 ettari. Abbiamo deciso di ampliare di altri 300 ettari la riduzione dell’area per tutelare e salvaguardare nel miglior modo possibile l’ecosistema della zona”.

Con la ridefinizione territoriale dell’AFV è diminuito anche il numero dei componenti delle tre squadre di caccia al cinghiale che è passato da 54 a 33 elementi. La legge prevede, infatti, che il numero di cacciatori sia proporzionale alle dimensioni dell’azienda.

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
MESSAGGIO PROMOZIONALE

Offerte valide dal 24 al 30 Settembre 2020.

EUTANASIA - La storia di Piera Franchini

Piera Franchini, a causa di una lesione al fegato ormai incurabile, andò in Svizzera per il suo suicidio assistito nel 2013.

EUTANASIA - Marco Cappato: «Caro Papa, e se sull'eutanasia il "crimine" foste voi a favorirlo?»

Queste le dichiarazioni sulla propria pagina Facebook di Marco Cappato, esponente dei Radicali e dell'Associazione Luca Coscioni.

CORONAVIRUS – Lattoferrina proteina anti Covid perché stimola l'immunità

Il Professor Massimo Andreoni, direttore dell'Unità malattie infettive al Policlinico di Tor Vergata a Roma, è intervenuto nella trasmissione "L'imprenditore e ...