giovedì 28 giugno 2012

BANDO ESERCITO ITALIANO – Un giovane sorano deluso ci scrive

Ci scrive Ivan, un giovane sorano-doc, che ha (come lui stesso ci scrive) “la grande passione di diventare un militare, aiutare gli altri e far tornare crescere il nostro Stato”. Purtroppo però è rimasto molto deluso dagli eventi descritti nella sua lettera.

<<Il bando di concorso per l’arruolamento dell’EI VFP1 aveva già avuto una riduzione di posti nello scorso dicembre 2011, ma solo giorni fa è stato ulteriormente modificato da 2.228 posti si è passati a 1.39. Sembrerebbe che tutto ciò non sia un problema, a meno che non si noti che le procedure di arruolamento per il 3° blocco siano ormai iniziate da Maggio/Giugno e molti ragazzi sono già andati a visita nel centro di selezione dell’EI (risultando anche idonei) o comunque si stavano preparando (secondo il bando) per tali visite.

Prepararsi per il bando significa effettuare varie analisi mediche specialistiche a proprie spese, da portare con se il giorno delle visite nel centro di selezione dell’esercito! Ormai, come detto, le visite erano già iniziate e quindi molti candidati hanno speso un sacco di soldi per queste analisi (160 € circa, comprendono tutte le analisi del sangue, urine e drug test), senza considerare poi gli spostamenti per arrivare ai centri di selezione VFP1 dove svolgere tali visite! Ovviamente anche l’alloggio a nostro carico in hotel e b&b, per non parlare poi del costo dei brevetti per aumentare il punteggio personale per esser convocati. Quindi un ragazzo dopo aver sudato 7 camicie per fare tutte le analisi, recarsi sul posto, stare due giorni in caserma e completare le varie visite, superare il difficile colloquio con psicologo e Ufficiale dell’EI e quindi guadagnarsi il pezzo di carta con scritto “IDONEO”! DEVE sentirsi dire giorni dopo, “mi dispiace ma sei stato revocato poiché il numero di posti disponibili per l’arruolamento è diminuito”. È una cosa vergognosa questa strategia dello Stato di aver convocato gente a visita, avergli fatto spendere soldi, che logicamente rientreranno nelle loro casse (analisi, ferrovie dello stato, BUS, certificati medici, brevetti), per poi comunicare solo successivamente che l’idoneità era stata annullata perchè loro non avevano comunicato in tempo che c’era stata una riduzione dei posti.

Grazie l’articolo 1 comma 5 del bando di arruolamento, hanno addirittura una scusante per i loro atteggiamenti dannosi nei nostri confronti, una bella fregatura insomma. Ora ci ritroviamo beffati, più poveri ed ulteriormente delusi da uno Stato che fa veramente poco per i giovani che vedono un futuro sempre peggiore.

Grazie per l’attenzione.
Distini Saluti

Un Aspirante VFP1 3 blocco 2012 che ormai di aspirante è rimasto ben poco!>>

Commenti

wpDiscuz
Menu