Biosì Indexa Sora: cronaca di una giornata storica. Il memorabile esordio in Serie A a Modena

Grandissima emozione per la BioSì Indexa Sora e per tutta la società Argos Volley nel debutto in SuperLega che li ha visti scendere nell’arena tricolore del PalaPanini di Modena per la prima gara di campionato. Contro i campioni d’Italia in carica dell’Azimut, i ragazzi dei coach Bagnoli e Colucci si sono dovuti arrendere in tre set ma, nonostante l’esordio con l’avversario più duro, Rosso e compagni hanno ben figurato. La reazione al livello del gioco avversario infatti è stata positiva nei primi due set, e dimostrata dalla tranquillità psicologica che comunque ha dovuto fare i conti con pressioni di gioco molto importanti e imponenti da parte dell’avversario. L’entusiasmo e la voglia di dimostrare di appartenere alla categoria non sono mancati e di questo ne è convinti anche lo schiacciatore Rosso.

“E’ stata una gara difficile, proprio come ce l’aspettavamo. Modena è partita molto forte in battuta e noi non siamo molto abituati a questa potenza facendo difficoltà anche a riprodurla in allenamento. Nel secondo set abbiamo avuto l’opportunità di capitalizzare qualche punto e penso che se avessimo portato a casa il parziale non avremmo rubato niente a nessuno. Nel terzo invece, loro sono andati via in scioltezza. E’ chiaro che paghiamo subito un esordio di quelli col botto, credo però che possiamo uscire a testa alta da questa partita perché abbiamo tenuto il campo contro i campioni d’Italia nonché freschi vincitori della Supercoppa Italiana. Sicuramente questo ci vale da esperienza, anche se, appunto, non siamo stati bravi a capitalizzare qualche occasione. E’ anche vero però, che contro squadre di questo calibro è difficile riuscirci. Usciamo comunque orgogliosi da questa partita”.

Allo starting players coach Piazza schiera la diagonale Orduna-Vettori, i martelli Massari e Petric, i centrali Le Roux e Holt, e libero Rossini. Mister Bruno Bagnoli risponde con Seganov opposto a Miskevich, Mattei e Gotsev al centro della rete, Rosso e Kalinin in posto 4 e Santucci libero.

Sorteggio favorevole per Modena e battuta d’apertura nelle mani di Massari che aiutato da Petric in attacco e Le Roux a muro trasformano nel 4-1. Risposta immediata di Miskevich per il cambio palla e di Gotsev a muro su Vettori per l’aggancio del 4-3, ma l’Azimut si riprende il servizio. Vettori dai nove metri, con una micidiale battuta al salto da zona 1 a 1, a insinuarsi tra Kalinin e la penetrazione di Seganov, mette a segno 3 ace che costringono coach Bagnoli a chiamare il time out discrezionale a sua disposizione ma il tabellone sale sul +6 del 9-3. Affidandosi al braccio di Miskevich, Seganov fa rosicchiare alla sua Sora punticini importanti ma i padroni di casa scappano nuovamente avanti 14-8. Richiama nuovamente i suoi ragazzi coach Bagnoli e al rientro in campo mettono a segno un break positivo di 3-0 interrotto da Holt. Modena ancora a segno direttamente dalla battuta con Massari, e anche l’occhio elettronico conferma con nessun fallo commesso per il 17-11. Sale in cattedra l’opposto sorano facendo mettere a referto un break che riporta il set in equilibrio 18-16. Il pari ruolo giallo-blu ottiene il cambio palla e poi va al servizio dove resta per ben 4 turni durante i quali andrà a segno direttamente ma anche da seconda linea (10 pt/set) per il 23-16 che sembra segnare le sorti del set. La BioSì Indexa invece con due guizzi inaspettati dagli avversari si rifà prepotentemente sotto 24-22 con due ace di Gotsev che poi manda out il servizio che vale il 25-22 e l’1-0 in fatto di conteggio set.

Stessi sestetti in campo per il secondo game che si avvia più equilibrato del precedente con il 4-2 trasformato subito nel 4-4 dall’attacco di Rosso e dal muro a 3 su Massari. Si prosegue punto a punto fino all’8-7 quando, con Holt al servizio e Petric a bloccare a muro tutte le intenzioni avversarie, l’Azimut mette a segno un parziale positivo di 6-0 per il 14-7 che costringe mister Bagnoli a utilizzare entrambi i time out tecnici a sua disposizione. Rosso d’astuzia e Mattei a muro su Petric prendono i compagni per mano, ma poi il game continua a viaggiare palla su palla fino al 19-12. Miskevich ottiene il cambio palla e va al servizio dove il primo arbitro fischia fallo di piede ma il video check per la prima volta inverte la decisione per il 19-14. Continua a macinare gioco Sora ancora con il suo opposto e con Kalinin per il 20-17 che per prudenza fa richiamare i suoi ragazzi a coach Piazza. 22-19 e Miskevich al servizio per aprire un turno che fa infiammare i 60 tifosi arrivati da Sora al seguito della squadra. Prima un determinato capitan Rosso sulla rete e poi due ace dell’opposto bielorusso per l’aggancio e il sorpasso del 22-23. Massari si guadagna il cambio palla e anche il punto che vale il set ball, prova Miskevich ad annullare ma è 25-23 per i padroni di casa che vanno al cambio campo con il vantaggio di 2-0.

Brutta partenza per la BioSì Indexa nel terzo game che nel giro di pochi minuti è sotto 6-2. Modena mantiene le 4 lunghezze di vantaggio fino al 9-5 quando a Sora riesce in qualche modo l’aggancio del 9-8 dopo il quale però è vittima del servizio di Holt e dei muri di Le Roux. La coppia di centrali modenese diventa la protagonista assoluta e a Sora non resta che applaudire il maestoso avversario che ha davanti e mettere tutto sulle spalle come bagaglio esperenziale.

AZIMUT MODENA – BIOSÌ INDEXA SORA 3-0

AZIMUT MODENA: Orduna 1, Vettori 22, Massari 7, Petric 9, Le Roux 8, Holt 15, Rossini (L), Salsi n.e., Cook, Ngapeth S., Ngapeth E. n.e., Piano, Onwuelo n.e., Zanni n.e.. I All. Roberto Piazza; II All. Lorenzo Tubertini. B/V 11; B/P 16; Muro 5.

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 1, Miskevich 14, Kalinin 6, Rosso 8, Gotsev 4, Mattei 1, Santucci (L), Marrazzo n.e., Sperandio, Tiozzo 2, Lucarelli n.e., Corsetti (L) n.e., Mauti n.e.. I All. Bruno Bagnoli; II All. Maurizio Colucci. B/V 3; B/P 3; Muro 6.

ARBITRI: Lot Dominga, Zanussi Umberto.

ADDETTO AL VIDEO CHECK: Selmi.

SEGNAPUNTI: Falavigna.

PARZIALI: 25-22 (’31); 25-23 (’36); 25-14 (’25).

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa BioSì Indexa Sora

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
I più letti di oggi:
9.639
Ci ha lasciato Mario Pasquarelli
1
NECROLOGI

Ci ha lasciato Mario Pasquarelli

Si è spento stamane all'alba in ospedale a Sora.

2.849
I gemelli Egidio e Paris compiono 100 anni. Altri 200 di questi giorni!
2
PROVINCIA

I gemelli Egidio e Paris compiono 100 anni. Altri 200 di questi giorni!

Con questo piccolo testo ci uniamo anche noi alla festa. Tantissimi auguri ai gemelli!

1.267
SORA - Liceo Scientifico: una grande novità per il 2020/21
3
CRONACA

SORA - Liceo Scientifico: una grande novità per il 2020/21

Ai due percorsi formativi collaudati ne è stato aggiunto un terzo altrettanto interessante. La scuola invita tutti all'Open Day che si svolgerà il 25 Gennaio.

658
VOLLEY - Al PalaCoccia la Globo Sora affronta Modena
4
SPORT

VOLLEY - Al PalaCoccia la Globo Sora affronta Modena

Il 2020 pallavolistico del PalaCoccia si apre con ospiti d'onore, domani alle ore 18 a brillare sotto i riflettori dell'impianto verolano assieme alla Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, ci sarà la Leo Shoes Modena della Presidentessa Pedrini, di coach Andrea Giani e dei vari Zaytsev, Rossini, Christenson, Mazzone, Anderson, Bednorz, e così via.

525
CALCIO - Il Sora contro la Pro Cisterna LS Sermoneta senza tifosi al seguito
5
SPORT

CALCIO - Il Sora contro la Pro Cisterna LS Sermoneta senza tifosi al seguito

Dopo due vittorie casalinghe consecutive, il Sora Calcio 1907 torna a giocare in trasferta nella seconda giornata di ritorno del girone B di Eccellenza.

I più letti della settimana:
28.875
Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne
1
PROVINCIA

Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne

Il tragico impatto verso le 17 di oggi. Nulla da fare per la vittima.

24.157
Omicidio Serena Mollicone: ultimo decisivo atto
2
Omicidio Mollicone

Omicidio Serena Mollicone: ultimo decisivo atto

Nell'udienza preliminare del 15 Gennaio il Gup deciderà se rinviare a giudizio i Mottola, il maresciallo Quatrale e l'appuntato Suprano. In aula non ci sarà "papà coraggio" Guglielmo, ricoverato da due mesi a Frosinone per un infarto.

13.587
È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo
3
NECROLOGI

È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo

Si è spenta ieri a Roma.

12.726
Un paio di scosse sismiche a distanza di 24 ore
4
PROVINCIA

Un paio di scosse sismiche a distanza di 24 ore

Tra la prima e la seconda sono trascorse 23 ore e 57 minuti.

10.843
Omicidio Serena Mollicone: si torna in aula il 7 Febbraio
5
CRONACA

Omicidio Serena Mollicone: si torna in aula il 7 Febbraio

Carabinieri, familiari di Serena e Santino Tuzi ammessi come parti civili. Ora via a una dettagliata analisi di tutti i documenti, prima della decisione sul rinvio a giudizio.

Video più visti:
POLITICA

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso per caso».

POLITICA

SORA - Chiusura viale San Domenico, il Sindaco: «Lavori necessari, ci scusiamo per il disagio»

Le dichiarazioni di Roberto De Donatis sulla chiusura del tratto di viale San Domenico compreso tra Marco Polo e la Basilica.

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova scuola a S. Rosalia: il Sindaco illustra le novità dell'anno che sta per iniziare.

PROVINCIA

«Vivi con pazienza, sii forte e credi in te stesso»: l'insegnamento di Ilaria

Centinaia di persone e grande commozione ai funerali della sfortunata ragazza 24enne vittima di un drammatico incidente stradale la sera della vigilia di Natale.

POLITICA

SORA - La Farmacia Comunale diventa dal 51% al 100% di proprietà del Comune

Stop alla partnership con il privato e via al modello gestionale "in house".