4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 587 VOLTE

#Bringbackourgirls: L’Einaudi di Sora aderisce alla campagna per le ragazze nigeriane rapite

L’Istituto Alberghiero Einaudi di Sora, guidato dal Preside, prof.Vinicio Del Castello, ha aderito alla campagna di mobilitazione internazionale denominata #Bringbackourgirls – che ha tra i suoi promotori Michelle Obama – volta ad ottenere la liberazione delle ragazze nigeriane rapite dal gruppo integralista islamico Boko Haram.

I fatti sono noti ed hanno molto colpito gli allievi del’istituto; in Nigeria, sono state rapite trecento ragazze da un istituto scolastico allo scopo di impedire loro di studiare, poiché si vuole negare loro tale diritto. Tale vicenda è stata collegata a quella analoga che in Pakistan ha coinvolto Malala Yousafzai, la quale ha subito un grave attentato sull’autobus che la portava a scuola. Malala, a sedici anni, è divenuta il simbolo della lotta per l’affermazione dei diritti civili e del diritto all’istruzione.

Gli allievi si sono sentiti molto coinvolti poiché sono accadimenti che hanno colpito delle loro coetanee, ed, inoltre, sono fatti che hanno una enorme risonanza presso l’opinione pubblica internazionale anche per il loro elevato valore simbolico. E’stata anche l’occasione per riflettere sia sull’importanza dell’istruzione in sé, sia rispetto alla affermazione ed alla difesa dei diritti civili, ancor più dei diritti delle donne. Da tutti, infine, l’auspicio che presto le ragazze possano riabbracciare le loro famiglie e tornare ai loro studi.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu