11 settembre 2017 redazione@sora24.it
LETTO 1.338 VOLTE

C.E.T.A.: M5S Sora dice no. Presentata proposta di mozione contro ratifica finale trattato

Si tratta di un accordo commerciale globale tra Canada e Unione Europea.

Il C.E.T.A. (Comprehensive Economic and Trade Agreement ovvero “Accordo economico e commerciale globale”) è un accordo di libero scambio tra Canada ed Unione Europea, che ha destato non poche preoccupazioni sia fra le imprese legate all’agricoltura ed ai prodotti italiani di qualità che fra le varie associazioni dei consumatori.

Vi sono state al riguardo numerose proteste e lo scorso luglio si è svolta anche una manifestazione alla quale hanno partecipato varie associazioni fra le quali: Arci, Adusbef, Movimento Consumatori, Legambiente, Greenpeace, Slow Food International, Federconsumatori, Acli Terra, Fair Watch ed anche la Cgil (al proposito si veda il seguente link). Infatti, il citato accordo di scambio  tutela solo 41 delle 288 IGP e DOP italiane registrate e non consente di risolvere il problema legato all’imitazione di prodotti italiani ed alla loro commercializzazione e vendita quando accompagnati dalla dicitura “-tipo, -stile”. Secondo una lettera del Presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo potrebbero anche aumentare i rischi per la salute a causa “dell’applicazione del principio di equivalenza delle misure sanitarie e fito-sanitarie che consentirà ai prodotti canadesi di non sottostare ai controlli nei Paesi in cui vengono venduti. Ricordiamo che in Canada è impiegato un numero rilevante di sostanze attive vietate nella Ue”.  Sempre la stessa Coldiretti ha chiesto che prima della ratifica si discuta a fondo “senza fretta” sul testo dell’accordo, “che porterebbe ad un’indiscriminata liberalizzazione e deregolamentazione degli scambi con una vera e propria svendita del Made in Italy”. Alle perplessità menzionate si devono aggiungere, inoltre, quelle sulla compatibilità dell’accordo con i trattati e l’ordinamento giuridico europeo, anche in considerazione del fatto che il C.E.T.A. istituisce l’Investment Court System (I.C.S.), un sistema che permette alle imprese canadesi di citare in giudizio gli Stati e l’UE dinnanzi un tribunale speciale sovranazionale. Per tali motivi il M5S Sora, come già fatto anche in altri Comuni ove è presente il M5S con i propri portavoce, ha presentato nelle scorse settimane una proposta di mozione per contrastare, in ogni sede e luogo istituzionale, la ratifica finale del trattato C.E.T.A.. Ad ogni buon fine si fa presente che il testo della proposta di mozione è disponibile all’indirizzo web: http://www.sora5stelle.it/proposte-di-mozione/ . È quanto dichiara il portavoce nonché consigliere comunale del M5S Sora, Fabrizio Pintori.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu