22 gennaio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 609 VOLTE

Calcio serie D. Tonfo del Sora in casa, 0-2 contro il Fidene

Debacle del Sora che perde in casa 2-0 contro il Fidene. E’ la peggior prestazione dei bianconeri (che hanno chiuso  in 9) della gestione Castiello. Che dopo un avvio bruciante ha incamerato un solo punto nelle ultime tre gare. Alla fine il Sora, uscito tra i fischi, paga i propri limiti offensivi ed un eccessivo nervosismo. Come nell’ultima partita con l’Anziolavinio i bianconeri – in una gara molto cattiva – non sono mai stati pericolosi. A complicare i piani di mister Castiello ci si è messa pure una gomitata galeotta del capitano del Fidene, Anselmi, il quale ha messo ko il capitano del Sora Lisi, costringendolo ad uscire al 12’ del primo tempo col naso rotto. Tuttavia la difesa sorana, anche con Baylon, non è parsa in affanno. Il ko interno firmato dall’uno-due ospite con i gol a inizio ripresa di Dominici (su assist di Federici ex ispiratissimo ieri al Tomei) e De Angelis (miglior in campo), è figlio dell’espulsione ingenua di Sibilia per doppio giallo a fine primo tempo. Dopo i primi 45’ noiosi e in perfetto equilibrio infatti il Fidene ha sfruttato alla perfezione la superiorità numerica. Il secondo rosso al sorano Cardazzi per somma di gialli a metà ripresa ha scritto la parola fine sulle speranze di rimonta dei bianconeri. Inutile il debutto di Parasmo buttato nella mischia nel finale sullo 0-2 e soprattutto col Sora ridotto in 9 contro 11. Da dimenticare tra i bianconeri la prestazione di Fankà chiamato a fare la seconda punta nel 4-4-2 iniziale. Ma in generale tutta la squadra di Castiello è parsa sotto tono contro un avversario tutt’altro che trascendentale che ha avuto il solo merito di aspettare gli errori degli avversari. Pessima la prova offerta al Tomei dall’arbitro toscano Fabbri che, oltre ai due rossi a Sibilia e Cardazzi, ha ammonito quasi tutta la squadra bianconera con una fiscalità che non ha adoperato nei confronti del Fidene. In classifica il Sora scende al sesto posto ed è a +5 dalla zona retrocessione, ossia dalla Cynthia a quota 23. “La partita l’abbiamo sbagliata perché c’è un clima pesante – le parole di Gigi Castiello trainer del Sora in sala stampa – siamo sempre sotto esame; meno male che ho le spalle larghe. Las terna arbitrale ha diretto con estrema competenza, ad arte per quello che voleva ottenere. L’epidsodio di Lisi ci ha penalizzati”. Quindi Castiello ha concluso: “Questa piazza è divisa. Il primo gol è fuorigioco netto, per mantenere la squadra tranquilla tra primo e secondo tempo mi ci è voluto tanto: il problema è che si continua a parlare di retrocessione. Ci si dovrebbe affidare a questi dirigenti che sono competenti, qui non abbiamo sbagliato niente dall’8 dicemnbre ad oggi”. Da notare di contro che, al di là della solita contestazione degli ultras (entrati nella ripresa) dalla Curva Nord contro la dirigenza bianconera, anche questa domenica allo stadio i tifosi erano di meno che nelle precedenti gare al Tomei.

SORA: De Robertis 6, Scuoch 5,5 (11’st Parasmo 6), Cardazzi 5,5, Giannone 5,5, Lisi sv (12’pt Baylon 6), Bellucci 6, Sibilia 4,5, Molinaro 6, Fankà 5, Di Pietro 5, Simoncelli 5 (1’st Matrundola 6). All. Castiello

FIDENE: Mangerini 6,5, Loreti sv (24’pt De Franco 6), Iozzino 6, Lo Pinto 7 (25’st Rubino 6), Petricca 7, Anselmi 5 (48’pt Campobasso 6,5), De Angelis 8, Lustrissimi 7, Federici 7,5,Selva 7, Dominici 7. All. Pantano

Arbitro: Fabbri di S.Giovanni Val D’Arno

Reti: 2’st Dominici, 5’st De Angelis,

Note: Espulsi 48’pt Sibilia, 17’st Cardazzi entrambi per doppia ammonizione.

Il direttore responsabile di Sora24- SACHA SIROLLI

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu