1 mese fa

Careni straripante: seconda tripletta di fila e altri tre punti per la Vis Sora. Cronaca e pagelle

La squadra bianconera bissa la vittoria di domenica scorsa al Panico con un importante successo esterno.

Prima partita su un campo di terra per la formazione bianconera, contro una buona compagine, ben organizzata e tecnicamente molto valida. Si gioca alle 11 di domenica mattina e l’orario di certo non favorisce i “nottambuli” bianconeri. La Vis ha fin da subito il pallino del gioco anche se fa molta fatica a concretizzare le occasioni da gioco. I padroni di casa d’altronde non lasciano spazi e sono pronti a ripartire alla prima occasione.
Il campo stretto e irregolare non permette una manovra fluida e la maggior parte delle azioni arrivano da verticalizzazioni centrali.

Al 20’ è bravissimo Careni che, lanciato da Iafrati, supera il suo diretto marcatore si incunea nell’area avversario e batte il portiere avversario sul suo palo. 0-1 L’Olivella cerca subito il riscatto ed inizia a spingere. Solamente un riflesso eccezionale di Parravano riesce a deviare sulla traversa un tiro da fuori area destinato in rete. Le squadre vanno negli spogliatoi con gli ospiti in vantaggio.

Ripresa ancora di marca bianconera e, sempre Careni trova il gol del 2 a 0 con una eccezionale rovesciata in area di rigore. Peccato non c’erano i fotografi per uno scatto da cineteca! La tripletta è nell’area e, complice un’indecisione del portiere, Careni insacca facilmente sottorete e porta a casa il pallone della gare per i 3 gol. Seconda tripletta consecutiva. Il gol della bandiera arriva nei minuti di recupero su calcio di punizione.

Partita che la Vis Sora con molta intelligenza, pazienza e voglia di vincere porta a casa. Importante risultato sia per la classifica che per il morale dei ragazzi. Sabato in casa ci aspetta una importante sfida con Belmonte Castello.

LE PAGELLE
Parravano: i suoi compagni di reparto fanno sempre buona guardia e non ha grossi pericoli. Si fa trovare prontissimo nel primo tempo su un tiro molto insidioso che devia sulla traversa. Salvataggio difficilissimo, bello in stile e soprattutto utilissimo perché salva il risultato. Un po sornione sul gol. Volo d’ angelo

Sperduti: oggi ha solo compiti difensivi che esegue egregiamente. Alcune disattenzioni in alcune chiusure ma… non c’e niente che non va!

Porretta -Tomassini: La coppia di centrali ha una intesa perfetta! Lavorano insieme e all’unisono annullando praticamente qualsiasi offesa da parte dei padroni di casa. Gemelli Derrick con i capelli lunghi!

Gismondi: Anche per lui compiti difensivi quest’oggi. Gioca d’esperienza e di esperienze. In scioltezza recupera tutti i palloni che capitano sulla fascia sinistra. Per gli avversari non c’è storia. La Storia è lui.

Maltesi: il sombrero con relativo passaggio filtrante al volo, da solo, vale il prezzo del biglietto! Sembra un diciottenne che corre per tutto il campo e si diverte a giocare a pallone. Si diverte e fa divertire tutti i suoi compagni e i sostenitori della Vis. Gli avversari un po meno. Gioia

Iafrati: sembra difficile levare il ruolo di MVP a Careni dopo 3 gol ma la vittoria della Vis è merito della sua corsa, della sua grinta, dei palloni recuperati e dei ritmi dettati a centrocampo. MVP

D’Aqui: sulle fasce era difficile giocare, complice il campo e gli spazi angusti. Meritava il gol in un paio di occasioni ma l’appuntamento è solo rimandato. Partita molto tattica ma soprattutto: Intelligente

Cordone: Parte molto bene, non sente la pressione del campo e si propone alla grande in fase offensiva. Riesce ad arrivare al cross in un paio di occasioni creando molti problemi alla difesa avversaria. In difesa non concede nulla. Soldatino

Careni: seconda tripletta consecutiva, meno male che di palloni ne abbiamo in abbondanza, altrimenti a fine stagione li dobbiamo chiedere in prestito a lui! Il primo gol è un connubio di forza e velocità, il secondo di eleganza e tecnica, il terzo di opportunismo e senso del gol. Completo!

Di Pucchio: non fa nemmeno in tempo ad esultare per il gol dello 0-1 che è costretto ad uscire. Ma nei pochi minuti giocati mette in mostra tutte le sue abilità tecniche. Nulla di grave

Polsinelli: Un po troppo nervoso e non riesce a sfruttare al meglio un paio di occasioni che gli capitano. Strano da uno come lui. Molto movimento e movimenti in attacco, manca solo il gol, arriverà.

Cianfarani: gioca finalmente da terzino e riesce a spingere molto sulla destra non tralasciando comunque la fase difensiva.

Castellucci: una boccata d’ossigeno per la difesa. L’unico che tiene palla in attacco e fa rifiatare i suoi compagni. Altri 10 minuti e faceva gol, almeno cosi dice!

Ruggeri: ancora un po troppo nervoso.

Paolucci: SV

Mister Alonzi: Quasi perfetto: non si presenta alle telecamere Rai/Sky/Mediaset per le interviste!

Commenti

wpDiscuz
Menu