Cari genitori, questi sono i “compiti” che vorremmo faceste con i vostri figli… Abbracciateli!

La bellissima lettera della Dirigente scolastica Rosella Puzzuoli (IC Sora 1) a tutti i genitori degli allievi, a casa oramai da tre settimane dopo la sospensione dell'attività didattica per l'epidemia di COVID-19 che ha investito la nazione.

All’indomani della sospensione delle attività didattiche, la “mia” Dirigente scolastica Rosella Puzzuoli ha inviato, a noi docenti e ai genitori del Comprensivo 1 Sora, preoccupati per l’evolversi degli eventi e alla ricerca non solo di una linea comune da seguire, ma anche di confortanti rassicurazioni, questa lettera. Profondamente toccati e commossi, l’abbiamo pubblicata sulla pagina Facebook del nostro Istituto e condivisa in tanti, ma mi piacerebbe che potesse arrivare al cuore di un maggior numero di persone e di famiglie, comprensibilmente preoccupate per quello che potrebbe essere l’andamento dell’anno scolastico.

Tutti noi docenti ci siamo attivati subito per individuare, con tutte le cautele del caso, le strategie giuste di comunicazione, relazionali e di didattica “a distanza” in una fase di grande incertezza e comprensibile smarrimento ma ciò di cui avevamo assolutamente bisogno era la serenità necessaria per tirare fuori la forza per andare avanti nel nostro lavoro in un momento così difficile anche per noi…

A noi docenti queste parole hanno dato tanta carica e serenità e le vogliamo condividere oggi più che mai….

Cari genitori, questi sono i “compiti” che vorremmo faceste con i vostri figli… Abbracciateli (virtualmente). Parlate loro con dolcezza. “Le carte” si metteranno in ordine quando l’emergenza sarà finita. Ora è tempo di pensare alla salute, alla serenità dei piccoli che potrebbero diventare “ingestibili” tra qualche giorno, visto il perdurarsi del restare a casa. La rete potrà andare in tilt e chissà cos’altro, l’AMORE no. Tante sono le cose che possiamo fare con amore e per amore….

Il dialogo, l’invenzione di giochi con ciò che abbiamo, la lettura di libri che sono in casa, giocare con il cane o il gatto, la contemplazione della natura e dei suoi passaggi dal giorno alla notte, il fare il pane o i dolci o lavori manuali e, perché no, finalmente mettere a posto quella camera chiusa da tanto perché non c’è mai tempo…

E poi scrivere un riassunto o tenere un diario di bordo di ciò che si è fatto, scrivere riflessioni su ciò che si è visto e provare a dare spiegazioni usando le conoscenze delle varie discipline tecniche, scientifiche, artistiche, inventare una poesia o un romanzo, disegnare il ritratto della mamma che cucina o del cane che dorme a pancia in su, fare la prospettiva della camera o del divano dove il papà sta provando inutilmente a connettersi con il computer….

Recitiamo (se ci crediamo) quella preghiera che abbiamo imparato a scuola per chiedere aiuto a Dio. Insegniamo alla nonna che sta con noi o al fratellino più piccolo tutte le parole di inglese o francese che abbiamo imparato… Queste cose non si bloccheranno come le piattaforme digitali, ma potranno essere un aiuto per non cedere alla paura che arriva quando la noia prende il sopravvento. Andrà tutto bene. Facciamo insieme che sia così…

E poi, quando torneremo a scuola, daremo un nome a tutte le attività che abbiamo svolto in questi giorni e potranno chiamarsi: Italiano – Matematica Scienze – Arte – Inglese – Tecnologia – Religione…. VITA. NOI VI SAREMO VICINI IN TUTTI I MODI CHE POSSIAMO (didattica digitale, Whatsapp, telefono…) Siamo Comunità e più che mai in questi giorni sentiamo di esserlo. Grazie e a presto!

La vostra Dirigente scolastica Rosella Puzzuoli

MESSAGGIO PROMOZIONALE

Promozione valida fino al prossimo 02 Giugno.