21 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.250 VOLTE

CARNELLO: Domenica 02 Dicembre “ARIA DI NATALE 2012” con l’Giovane Orchestra del “Sora 3” (di Gianni Fabrizio)

Dedicato alla valorizzazione del territorio, la manifestazione “Aria di Natale2012 ” di Carnello è una vetrina natalizia che pone in primo piano una figura cara alla nostra tradizione: quella dell’artigiano. La posizione dell’artigiano si rivela essere quella più autentica, ossia carica di realismo: l’esempio dell’uomo che di fronte alla difficoltà si rimbocca le maniche, con quello che sa fare, lotta, spera e lavora con tutto il proprio impegno senza piangersi addosso, facendo la propria parte per resistere. Con il mercatino di “Aria di Natale” gli organizzatori ed i volontari de“L’Officina della Cultura” desiderano cogliere un altro importante obiettivo: promuovere e valorizzare l’ artigianato locale e, più in generale, la cultura della nostra terra.

La modernità non ne cancella affatto le tracce, anzi, esalta l’artigianato in tutti i suoi aspetti, quasi come in una sorta di rivalsa contro l’omologazione, la standardizzazione, l’anonimato frutto della produzione industriale, da sempre antagonista dell’originalità e della creatività umana. “Aria di Natale”, promosso ed organizzato dall’Officina della Cultura, con la collaborazione del Comune di Sora, si svolgerà il 2 Dicembre 2012, dalle 09,00 alle 19,00 a Carnello, in Via Molino. All’evento fanno da contorno il “Clown Cocò” che in mattinata presenterà lo spettacolo “Ambarabàcìccì”. Nel pomeriggio l’Orchestra “dell’Istituto Comprensivo 3 di Sora”, diretta dai Maestri Stefano Reale, Donato Cedrone, Ivo De Propris e Valentina Di Silvestro faranno da prologo ad una frizzante passeggiata in vicolo Molino. “Musicaria” con Erica e Fabrizio renderà il pomeriggio coinvolgente con musica appropriata, mentre “I veterani”, dal vivo, animeranno il mercatino “sul finir della sera”.

Le tradizionali crespelle e l’avvolgente calore di una gustosa tazza di cioccolato renderanno l’appuntamento sicuramente “sfizioso”. Naturalmente anche quest’anno tutti gli stands ospiteranno prodotti artigianali realizzati con i materiali più vari: dalla ceramica alla terracotta, decoupage, legno, ricami a mano, vetro e tanto altro ancora, che per la loro modalità di realizzazione non sono riproducibili meccanicamente o sostituibili. È questa la peculiarità che li rende inattaccabili alla produzione massiva di “Paesi” da cui siamo invidiati per la capacità creativa e manifatturiera dei veri artigiani locali. Si creerà così un ponte di continuità con i nostri prodotti tipici alimentari che permetteranno di veicolare il passato …e dare al nostro presente… un senso di appartenenza. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla posta elettronica: info@officinacultura.it o visitare il sito: www.officinacultura.it

Gianni Fabrizio

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu