C’era una volta a Sora la “Bomba”…

La storia recente di Ludovica Giannetti, appena sedici anni e già straordinariamente portentosa.

C’era una volta a Sora la “Bomba”, a sganciarla era Ludovica Giannetti e a innescarla la Globo Banca Popolare del Frusinate con le sue fantastiche vittorie. A fine gara, in campo, tutti gli atleti in cerchio e la piccola bimba mascotte della squadra, al centro. Ludovica lanciava la palla più in alto che poteva, e appena toccava terra… tutti giù per terra.

Ai tempi della Serie B2, B1 e parte della A2, si festeggiava così qualsiasi punto si intascasse. In casa, in trasferta anche sui campi più ostici e infuocati, Ludovica era sempre presente e pronta per tirare la bomba.

Ora la bambina delle “vittorie” è cresciuta, è diventata una donna caparbia che sa il fatto suo e persegue gli obiettivi che si pone lanciando sempre più in alto quel pallone. E sì, perché il vizio di sganciare le bombe non lo ha perso, anzi, stupisce sempre tutti con effetti speciali.
Il suo più grande sogno era ed è quello di studiare medicina e diventare un chirurgo, papà Gino e mamma MariaTeresa erano orgogliosi delle sue ambizioni che però vedevano ancora lontane e con un beneficio di dubbio in quanto la sedicenne Ludovica doveva ancora terminare il terzo anno del liceo e ragionare sulle scelte di vita future, ma non hanno fatto i conti con la sua determinazione.

L’adolescente infatti, aveva ideato un piano molto più grande di lei, quello che l’avrebbe portata a fare il test di ammissione alla facoltà di medicina al San Raffaele di Milano. Nulla l’ha preoccupata, la sua giovane età, i due anni pieni che mancavano ancora al diploma, il livello B2 di lingua inglese da prendere, le ore dell’alternanza scuola-lavoro da fare, le competenze in fisica, chimica, anatomia, matematica ancora da raggiungere, per non parlare delle migliaia di persone che ogni anno tentano di entrare nell’ambita facoltà del prestigioso istituto.

Fatto sta che, non appena iniziato il quarto anno del liceo, Ludovica contestualmente si è messa da sola a studiare per acquisire tutte le competenze necessarie richieste, a lavorare sodo per adempiere a tutti i suoi doveri, e lo scorso aprile si è fatta accompagnare da mamma e papà a Milano per svolgere i test. E il problema più grande è stato che ce l’ha fatta! Ha superato brillantemente tutte le prove staccando il biglietto per il treno che corre verso i suoi sogni.

Ma Ludovica frequenta la quarta liceo e per immatricolarsi all’università ha bisogno del diploma. Così, a metà maggio, quando sono stati resi pubblici i risultati dei test di ammissione, la ragazza ha dovuto ricaricare le sue armi con tantissima polvere da sparo perché il botto doveva essere ancora una volta deflagrante: in meno di un mese avrebbe dovuto studiare tutto il programma del quinto anno e preparare, non un esame, ma l’esame per eccellenza, quello che chiunque ricorda come il più difficile, soprattutto emotivamente, della propria vita, quello di maturità. Ma la cucciolotta di casa Giannetti, che non aveva mai ritirato le unghie, se l’è affinate e come un uragano ha travolto anche chi, come la sua famiglia, ha temuto l’estremità del carico.

Con i suoi 4 anni di liceo conclusi con una media altissima in pagella, ha potuto chiedere “l’abbreviazione per Merito” (e non fare due anni in uno) e dunque sostenere direttamente gli esami di stato aggregandosi alle normali classi quinte. Così la diciassettenne, con in tasca il diploma, l’immatricolazione alla facoltà di medicina, e tutti i suoi sogni, in questi giorni sta preparando armi e bagagli per trasferirsi a Milano e iniziare una nuova, bellissima e sicuramente sudata e guadagnata, pagina della sua vita.

Papà Gino, mamma MariaTeresa, il fratello maggiore Luca, come anche i nonni Vittorio e Lidia, sono orgogliosissimi della loro “bambina” e preoccupati allo stesso tempo di saperla da sola, lontana, e con tante esperienze ancora da vivere per fortificarla. Ma la bambina della bomba è cresciuta, è diventata una donna caparbia che sa il fatto suo e persegue gli obiettivi che si pone lanciando sempre più in alto quel pallone. E sì, perché il vizio di sganciare le bombe non se lo toglierà mai, continuerà a stupirci sempre con effetti speciali.

Buona vita Ludovica da tutta la Argos Volley.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Clicca qui per seguirci su Google News o clicca qui per seguirci su Telegram e ricevere sul tuo smartphone una notifica per ogni nuova notizia. Clicca qui sotto sul bottone "Mi piace" per seguirci su Facebook:
I più letti di oggi:
5.719
È venuta a mancare Teresa Gabriele
1
NECROLOGI

È venuta a mancare Teresa Gabriele

Si è spenta in ospedale a Sora.

3.899
Ritrovato l'anziano scomparso da 24 ore
2
CRONACA

Ritrovato l'anziano scomparso da 24 ore

La grande paura per tutti i familiari è diventata una gioia altrettanto grande.

2.436
SORA - Partono i nuovi corsi di lingua cinese
3
CRONACA

SORA - Partono i nuovi corsi di lingua cinese

Un'opportunità per imparare una lingua sempre più importante nel mondo. L'iniziativa è dell'IIS Nicolucci Reggio in collaborazione con "Progetto Han".

1.505
BOVILLE ERNICA - Claudia Finzi Orvieto ospite presso l'istituto comprensivo cittadino
4
EVENTI

BOVILLE ERNICA - Claudia Finzi Orvieto ospite presso l'istituto comprensivo cittadino

È una delle ultime testimoni delle deportazioni nei campi di sterminio.

1.225
SORA - Un nuovo abito scuro, bello e funzionale per la storica Scuola Media Rosati
5
SCUOLE

SORA - Un nuovo "abito scuro", bello e funzionale per la storica Scuola Media Rosati

Tutti dubbi sulla stabilità del Palazzo Simoncelli saranno fugati completamente.

I più letti della settimana:
30.121
Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne
1
PROVINCIA

Incidente mortale nel pomeriggio, muore 39enne

Il tragico impatto verso le 17 di oggi. Nulla da fare per la vittima.

14.854
È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo
2
NECROLOGI

È venuta a mancare la Prof.ssa Teresa Tatangelo

Si è spenta ieri a Roma.

12.173
Ci ha lasciato Mario Pasquarelli
3
NECROLOGI

Ci ha lasciato Mario Pasquarelli

Si è spento stamane all'alba in ospedale a Sora.

11.102
Omicidio Serena Mollicone: si torna in aula il 7 Febbraio
4
CRONACA

Omicidio Serena Mollicone: si torna in aula il 7 Febbraio

Carabinieri, familiari di Serena e Santino Tuzi ammessi come parti civili. Ora via a una dettagliata analisi di tutti i documenti, prima della decisione sul rinvio a giudizio.

10.192
È venuta a mancare Marcella Cupini
5
NECROLOGI

È venuta a mancare Marcella Cupini

Si è spenta in ospedale a Sora.

Video più visti:
POLITICA

SORA - Passi carrabili: il Sindaco riferisce alla cittadinanza

Roberto De Donatis: «Non si tratta di accertamenti che definiscono la situazione in modo tassativo. Le valutazioni saranno effettuate caso per caso».

POLITICA

SORA - Chiusura viale San Domenico, il Sindaco: «Lavori necessari, ci scusiamo per il disagio»

Le dichiarazioni di Roberto De Donatis sulla chiusura del tratto di viale San Domenico compreso tra Marco Polo e la Basilica.

POLITICA

Ecco come sarà il 2020 di Sora. Intervista di fine anno al Sindaco, Roberto De Donatis

Scuola Renzo Piano, ripresa dei lavori nell'ex Tomassi dopo 15 anni, illuminazione pubblica, strade, marciapiedi, ponti lamellari, pista ciclabile e nuova scuola a S. Rosalia: il Sindaco illustra le novità dell'anno che sta per iniziare.

PROVINCIA

«Vivi con pazienza, sii forte e credi in te stesso»: l'insegnamento di Ilaria

Centinaia di persone e grande commozione ai funerali della sfortunata ragazza 24enne vittima di un drammatico incidente stradale la sera della vigilia di Natale.

POLITICA

SORA - La Farmacia Comunale diventa dal 51% al 100% di proprietà del Comune

Stop alla partnership con il privato e via al modello gestionale "in house".