1’ di lettura

SEGNALAZIONI DEI LETTORI

«Ci voleva così tanto? Evidentemente no! Bravo, Sindaco»

Tabelloni pubblici riparati, ci scrive Rocco: «Speriamo che questo sia solo l’inizio e che non si tratti di un fuoco di paglia».

Riceviamo e pubblichiamo: «Quasi tre anni per vedere lo svolgimento di un’operazione di manutenzione che doveva essere l’abc e che invece sembrava un caso di stato. A meno di due mesi dal suo insediamento, la nuova amministrazione sta già sistemando i tabelloni funebri danneggiati dopo le notti di tempesta dell’inizio del 2019.

Ci voleva così tanto? Evidentemente no!

Tutti ricorderanno i tetti devastati e i tanti danni provocati da quelle paurose folate di vento di Gennaio, Febbraio e Marzo di tre anni fa. Ebbene, una volta tornata la normalità, i tabelloni pubblici danneggiati non sono stati riparati, con buona pace delle agenzie funebri, che non sapevano dove affiggere i manifesti, e dei cittadini, soprattutto quelli più anziani, che per leggere gli annunci dovevano recarsi presso le pochissime bacheche rimaste ancora in piedi.

Per fortuna, come esiste chi si disinteressa di alcuni problemi, forse ritenuti secondari, così esiste qualcun altro che invece li nota e si rimbocca le maniche per risolverli. Quei tabelloni rappresentano molto per gli anziani, che praticamente ogni giorno leggono di un amico, un antico compagno di classe, un conoscente che se ne va. Non sono una stupidaggine.

Bravo sindaco Di Stefano, speriamo che questo sia solo l’inizio e che non si tratti di un fuoco di paglia».