4 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 203 VOLTE

CITTA’ DI SORA DONNE A VALANGA: 10-2 AL FLORIDA

Quando una squadra crea un numero spropositato di palle goal, chiudendo l’incontro già dopo dieci minuti, andando sempre in rete attraverso il bel gioco, allora difficilmente potrebbe trovare qualcuno che possa obiettare sul merito della vittoria. Ed è proprio quello che è accaduto domenica al Città di Sora&Ceprano, che grazie al 10-2 rifilato al Florida, alla fine di un match praticamente perfetto, porta tre punti a casa a dir poco fondamentali in chiave salvezza. Sin dai primissimi minuti si è capito quanto le bianconere avessero fame di vittoria, quella stessa vittoria sfumata troppo spesso per un nulla. Ed è così che nasceva una partita senza storia. O meglio, una storia questa gara l’ha avuta, e racconta di una riscossa del Città di Sora&Ceprano che, ancora una volta, ha saputo reagire alla grande, appena sette giorni dopo aver incassato quattordici reti dalla Lazio capolista. Una vittoria che va sicuramente ricercata nelle motivazioni di una gara che non era di cartello, ma che metteva in palio tre punti fondamentali per continuare a cavalcare il sogno salvezza. Davvero tutte molto brave le ragazze bianconere, con il pokerissimo di Maldonado a suggellare una prestazione corale davvero incoraggiante per il futuro.

Tanti i segnali positivi, dalla doppietta della sempre verde bomber Antonella Carta, ai sigilli di Vellucci, Papitto e Capuano, al rientro in campo di Zariquiegui, passando per le ottime prestazioni di Cellupica, Scaccia ed Anania, sempre più inserita negli ingranaggi della squadra. Unica nota stonata, l’infortunio di Lucidi che non le ha permesso di giocare nemmeno un tempo. Certo, si potrebbe obiettare sul fatto che il Florida non era un test di primissimo livello, ma questi tre punti arrivano sicuramente più per merito del Città di Sora che per demerito delle abbruzzesi. Anche perché la Serie A è a dir poco imprevedibile ed ogni partita va giocata al massimo delle proprie potenzialità per non incorrere in brutte sorprese. Basti guardare alla vittoria di questa Domenica dell’Eboli, data per spacciata fino a poche settimane fa, ed ora vittoriosa ai danni di una quotata formazione come l’Olimpus, oppure al fatto che le stesse bianconere ad inizio anno erano date per spacciate, specie dopo le prime tre sconfitte consecutive, ed ora si ritrovano ad un solo punto dal settimo posto, non avendo più perso da allora (fatta eccezione per la gara con la Lazio di una settimana fa). Ciociare che comunque dall’inizio del campionato non sono ancora mai entrate nemmeno in zona play-out, distante ora cinque punti. Un bottino, quello collezionato a tre giornate dal giro di boa, fatto di tre vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte, che tutto sommato può essere positivo, specie se si considerano una rosa ridotta ed alcuni infortuni di inizio stagione. Ed è in quest’ottica che patron Ciraudo resta ottimista, ma ci va più che mai cauto nelle dichiarazioni post partita: “Questi tre punti erano per noi fondamentali, per questo siamo a dir poco felici della vittoria, soprattutto per il modo con cui è arrivata. Ora abbiamo un calendario sicuramente difficilissimo da qui alla fine del girone di andata (-Ternana e Napoli fuori casa, intervallate dall’Az Gold in casa- ndr), ma sappiamo il nostro valore e quindi restiamo più che mai sereni. Anche e soprattutto perché nel girone di ritorno avremo quasi tutti gli scontri diretti in casa. La permanenza in Serie A passa dalle nostre mani, e faremo di tutto per stringerla più forte che mai, andando a giocarci ogni singola partita senza paure, questo è poco ma sicuro. Sono orgoglioso di queste ragazze e del gruppo che si è venuto a creare, dentro e fuori dal campo, quindi dobbiamo solo proseguire così. Non è un risultato positivo a farci esaltare, ma nemmeno uno negativo a farci abbattere.”

Città di Sora&Ceprano: Scaccia, Cellupica, Carta, Capuano, Papitto, Anania, Maldonado, Vellucci, Zariquiegui, Agostini, Lucidi. Allenatore: Giorgi Moreno. Dirigente Acc.: Rossi Fabrizio. Massaggiatore: Imperioli Simone. Medico Sociale: Dott.ssa Evangelisti Maria Teresa.

Florida: Fiore, Di Vincenzo, Febo, Romano, Petarra, Ilaria, Pasto, Del Pirro, Vinditti, Ottaviano. Allenatore: Mazzocchetti Pierluigi.

Marcatrici: 1’, 5’, 7’, 9’ Maldonado (CS) – 11’ Pasto (F) – 13’ Carta (CS) – 14’ Capuano (CS) – 16’ Carta (CS) – 18’ Papitto (CS) – 19’ Vellucci (CS) – 26’ Petarra (F) – 31’ Maldonado (CS).

Direttori di Gara: Rosciariello (Orvieto) – Salicchi (Terni)
Crono: Vari (Frosinone)

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu