3 aprile 2012 redazione@sora24.it
LETTO 684 VOLTE

Coletta: “Le Associazioni di pesca dilettantistica, rischiano la loro attività a causa della Legge Regionale n°462”

L’attività agonistica delle Associazioni di pesca dilettantistica della provincia di Frosinone ad oggi è fortemente a rischio. Questa brutta notizia è dovuta essenzialmente dalla Legge Regionale n° 462 del 15 Ottobre 2010, in cui la giunta ha voluto porre in essere la determinazione degli importi dei canoni e degli indennizzi per l’occupazione e l’uso delle aree e delle superfici di specchi acquei del demanio idrico fluviale e lacuale. In buona sostanza, tutte le Associazioni di pesca sportiva dilettantistica che intendono organizzare gare di pesca sia nei fiumi che nei laghi, per ottenere il rilascio del permesso all’esercizio, devono necessariamente far pervenire all’uff. pesca provinciale, un versamento stimato in 0,10 Euro per metro quadrato al giorno per occupare l’area demaniale.

Una somma apparentemente modesta, ma se rapportata alle reali necessità di superficie per lo svolgimento corretto delle gare di pesca, diventano migliaia gli Euro da corrispondere; quindi le singole Associazioni che con difficoltà sopravvivono grazie alle quote dei soci e con qualche modesto contributo comunale, uno sforzo economico di questa levatura certamente non sono in grado di sostenerlo, per cui loro malgrado, saranno tutte costrette ad abbandonare il settore agonistico con gravi danni al mondo pesca-sportivo e alle attività commerciali del settore. Tutto ciò a causa di una Legge Regionale profondamente ingiusta e sbagliata voluta dalla giunta Polverini, che nei fatti non ha considerato minimamente quelle realtà che esercitano l’attività sportiva senza scopo di lucro, rispetto ad altre che invece hanno scopo di lucro, quindi è legittimo richiedere un tributo.

In rapporto a questo, riteniamo che gli amministratori regionali del territorio e soprattutto quelli che solitamente si vedono in giro solo per fare passerella, si impegnino concretamente a modificare anche in parte questa legge che penalizza essenzialmente, solo coloro i quali fanno vita associativa senza finalità di lucro.

Natalino Coletta –  Patto Democratico per Sora

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu