Comportamenti violenti e persecutori: 35enne allontanato dai familiari

Oltre a numerose telefonate dal tono minaccioso - si legge nella nota dei militari dell'Arma - l'uomo ha cosparso di liquido infiammabile lo zerbino dell’abitazione delle vittime minacciando di dargli fuoco, oltre ad aver squarciato le gomme della loro autovettura.

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Pontecorvo, su disposizione dell’A.G. di Cassino, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare di “divieto di avvicinamento” nei confronti di un 35enne del luogo. L’uomo – si legge nel comunicato stampa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone – già censito per maltrattamenti in famiglia, senza alcun motivo nel mese di gennaio aveva posto in essere numerosi comportamenti violenti e persecutori nei confronti della sorella e del cognato.

In particolare, oltre a numerose telefonate dal tono minaccioso, aveva cosparso di liquido infiammabile lo zerbino dell’abitazione delle vittime minacciando di dargli fuoco, oltre ad aver squarciato le gomme della loro autovettura, continuando a vessarli quotidianamente e creando nei due uno stato di ansia e di forte preoccupazione per la loro incolumità. Grazie all’intervento dei Carabinieri ed agli elementi da loro raccolti, l’A.G. di Cassino ha concordato con la richiesta dei militari operanti emettendo il provvedimento di divieto di avvicinamento.